Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Incentivi riservati alle pmi

Incentivi alla patrimonializzazione, incentivi per fiere, mostre e missioni sono riservati alle sole pmi e prevedono la possibilità di concedere contributi a fondo perduto e finanziamenti in abbattimento interessi.

Patrimonializzazione. La misura è pensata per sostenere la solidità patrimoniale onde stimolare la competitività internazionale. L’incentivo è dedicato alle pmi italiane, costituite in forma di società di capitali a condizione che nell’ultimo triennio il beneficiario abbia realizzato all’estero almeno il 35% del proprio fatturato.

L’agevolazione è finalizzata al miglioramento o mantenimento del livello di solidità patrimoniale (rapporto tra patrimonio netto e attività immobilizzate nette) al momento della richiesta di finanziamento. L’importo massimo finanziabile è di 800.000, ma è parametrato al 40% del patrimonio netto del beneficiario, la durata del finanziamento massima di 6 anni, di cui 2 di preammortamento.

Tra i benefici vi sono la possibilità di richiedere l’esenzione dalle garanzie per tutto il 2020, la possibilità di ottenere fino al 40% del finanziamento (nel limite di 100mila euro) a fondo perduto e il rimborso della quota eccedente il fondo perduto a tasso agevolato pari al 10% del tasso di riferimento Ue in caso di miglioramento o mantenimento del livello di solidità patrimoniale.

Partecipare a Fiere internazionali, mostre e missioni di sistema. Il sostegno per la partecipazione a fiere, mostre e missioni di sistema per promuovere il business su nuovi mercati internazionali è dedicato a tutte le pmi, in forma singola o aggregata. Prevede un finanziamento a tasso agevolato delle spese per area espositiva, spese logistiche, spese promozionali e spese per consulenze connesse alla partecipazione a fiere/mostre in Paesi extra Ue.

Il finanziamento può coprire fino al 100% delle spese preventivate, fino a un massimo del 15% dei ricavi dell’ultimo esercizio. L’importo massimo finanziabile è di 150.000 e la durata del finanziamento può arrivare a 4 anni di cui 12 mesi di preammortamento.

Tra i benefici vi sono la possibilità di richiedere l’esenzione dalle garanzie per tutto il 2020, la possibilità di ottenere fino al 40% del finanziamento, sempre nel limite di 100 mila euro, a fondo perduto, il rimborso quota restante a tasso agevolato pari al 10% del tasso di riferimento Ue, la migliore visibilità del brand presso i buyer di settore, la promozione di attività nei mercati extra Ue, nessuna garanzia richiesta, salvo che per l’eventuale quota di finanziamento eccedente il margine operativo lordo dell’ultimo bilancio dell’impresa.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«La priorità oggi è la definizione di un piano concreto e coraggioso per fruire dei fondi dedicat...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Sempre più al centro degli interessi della politica, ora la Banca Popolare di Bari finisce uf...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il post-Covid come uno spartiacque. Le aspettative dei 340 investitori che hanno partecipato alla di...

Oggi sulla stampa