Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

«Il Fisco non deve vessare»

«Collaborativi sempre, collaborazionisti mai». Non ha dubbi, Claudio Siciliotti, presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, sulla necessità di combattere l’evasione fiscale, di avviare un rapporto costante e proficuo con l’agenzia delle Entrate. «Ma non può essere che chi paga le tasse e fa il suo dovere fiscale sia più vessato di chi occulta tutto al Fisco». Così come occorre intervenire sul ritardo dei pagamenti della Pa.
Presidente, servono limiti all’attività investigativa del Fisco?
Assolutamente no, anzi. L’evasione va affrontata e battuta. Ma resta il fatto che il potere coercitivo dell’amministrazione finanziaria si è molto rafforzato. E se è vero che l’evasione va combattuta, occorre anche uno stop all’esasperazione da parte del Fisco, specie nei confronti di chi, comunque, le tasse le paga.
Veniamo alle professioni, la riforma si è incagliata…
Si può solo osservare che sono stati buttati via 15 anni discutendo di questioni sbagliate, tipo l’attenuazione delle barriere all’accesso e la garanzie per i giovani che si affacciano sul mercato. Ora, con il più alto numero di professionisti in Europa, ci si accorge che questo non è il problema. Con l’aggravante di aver istituito un sistema duale di studi che finisce per abbassare il livello qualitativo dei professionisti.
Tutto è precipitato con la manovra dello scorso agosto. Come mai?
Si trattava di attuare principi ispirati a qualità, concorrenza e trasparenza della prestazione professionale che ci trovavano concordi. Poi, non si capisce il perché, siamo finiti nel calderone delle liberalizzazioni. E allora sono partiti gli attacchi alle tariffe che sono state abrogate. Per poi arrivare alla necessità di fissare parametri che fungano da punti di riferimento. Di che cosa stiamo parlando se non di una tariffa sotto mentite spoglie?
E poi c’è l’obbligo dei preventivi e la novità del rimborso spese ai praticanti…
Se i preventivi hanno poco senso, con il rimborso spese siamo addirittura andati indietro per quel che riguarda la tutela del lavoro giovanile. Ora si devono solo rimborsare le spese laddove prima c’era il diritto a un equo rimborso. In pratica su tutta la linea, inclusa la spinosa questione delle società tra professionisti e soci di capitale, si è intervenuti complicando e non semplificando.
Tra le ultime riforme, quella sui limiti al collegio sindacale nelle srl incontra la vostra più fiera opposizione. Perché?
Per una ragione semplicissima. Una ricerca in nostro possesso, ma anche la normale attività professionale, ci mostra che le srl sono tutt’altro che marginali e che spesso superano anche i 100 milioni di fatturato. Per non dire che la gran parte degli scandali finanziari attuali sono stati fatti tramite srl, non certo spa.
Appunto, questo dimostra che anche in presenza del collegio sindacale gli scandali ci possono essere e le malefatte si possono compiere…
Certamente, ma togliendolo si elimina un’importante possibilità di controllo. Io credo che il dialogo vada riaperto, anche con Confindustria, partendo da un punto preciso: non tutte le srl sono uguali e allora stabiliamo una soglia sopra la quale il collegio sindacale deve restare. Io credo che non si debba accontentare chi non vuol essere controllato per risparmiare davvero pochi denari.
Come sono oggi i rapporti tra i vari Ordini professionali?
Direi che la collaborazione è buona. Anche se dovremmo fare di più non solo per difenderci dagli attacchi ma per proposte costruttive. Il lavoro del Cup, guidato da Marina Calderone, è ottimo perché ha l’obiettivo di far diventare i professionisti una voce ascoltata del paese.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

La Cina cresce, ma continua a farlo a passo molto più lento del previsto. Archiviato lo strabilian...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Quota 102 come erede, per un periodo transitorio di due anni, di Quota 100 per anticipare la pensio...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

L’articolo 4 della delega al Governo per la revisione del sistema fiscale prevede, tra l’altro,...

Oggi sulla stampa