Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Il Cud 2014 è a prova di errori

Pronti i modelli Cud e 770 Semplificato per l’anno 2013. Sul sito internet dell’Agenzia delle entrate (sezione «modelli in bozza») sono state pubblicate ieri le bozze dei modelli da utilizzare nel 2014 con le relative istruzioni. Il primo servirà ai datori di lavoro a certificare ai fini fiscali e contributivi i redditi di lavoro dipendente e assimilato erogati nel corso del corrente anno; il secondo servirà ai sostituti d’imposta per comunicare alla stessa Agenzia delle entrate i dati fiscali relative alle ritenute operate sempre nel corrente anno. Nuovi campi per le detrazioni fiscali, per le addizionali comunali e per lo stop dei versamenti in Sardegna le principali novità.

Il Cud/2014. La certificazione unica dei redditi (in sigla Cud) di lavoro dipendente, equiparati e assimilati deve essere consegnata, in duplice copia, al contribuente (dipendente, pensionato, percettore di redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente) dai datori di lavoro o enti eroganti pensioni. Il termine ordinario è il 28 febbraio dell’anno successivo a quello di riferimento (quindi 28 febbraio 2014 per il prossimo appuntamento); ma in caso di cessazione del rapporto di lavoro il termine di consegna si riduce al dodicesimo giorno successivo alla richiesta da parte del dipendente.

Tra le novità, la bozza del Cud/2014 prevede una nuova annotazione con cui il sostituto d’imposta comunica al dipendente, con rapporto di lavoro a tempo inferiore all’anno solare, di aver applicato le detrazioni per carichi di famiglia solo per il periodo nel quale si è svolto il rapporto di lavoro. La sezione dedicata alla previdenza complementare, inoltre, si arricchisce di informazioni aggiuntive che saranno utili ai lavoratori, i cui dati previdenziali siano riportati in più Cud non conguagliati, per evitare di commettere errori durante la compilazione della dichiarazione dei redditi. L’Agenzia delle entrate, infine, evidenzia che nel nuovo Cud entra in scena la nuova detrazione al 19%, quella sulle erogazioni liberali al fondo per l’ammortamento dei titoli di stato.

Il 770/Semplificato. Andrà utilizzato dai sostituti d’imposta per comunicare in via telematica all’Agenzia delle entrate i dati fiscali relativi alle ritenute operate nel corso dell’anno 2013. La trasmissione, in via telematica, va effettuata entro il 31 luglio 2014. Il modello contiene i dati relativi alle certificazioni rilasciate ai soggetti cui sono stati corrisposti i redditi di lavoro dipendente, equiparati e assimilati, indennità di fine rapporto, prestazioni in forma di capitale erogate da fondi pensione, redditi di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi nonché i dati contributivi, previdenziali e assicurativi e quelli relativi all’assistenza fiscale prestata nel 2013 con riferimento al periodo d’imposta precedente (anno 2012). La bozza del nuovo modello presenta nuovi campi nella comunicazione dati certificazioni lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi. Inoltre il prospetto «SS» fa spazio alle addizionali comunali di compartecipazione all’Irpef applicate sulle somme percepite in relazione all’esercizio diretto di attività sportive dilettantistiche. Altra novità è l’inserimento di nuovi campi per gestire l’ipotesi in cui il fondo di tesoreria dell’Inps eroghi il tfr accantonato a partire dal 2007 e l’indicazione delle casistiche nelle quali il sostituto d’imposta non è tenuto a trasmettere i prospetti ST, SV e/o SX.

Lo stop in Sardegna. Con riferimento ai comuni della Sardegna colpiti dall’alluvione, sia il Cud sia il 770 Semplificato tengono conto della sospensione dei versamenti e degli adempimenti fiscali che scadono nel periodo compreso tra il 18 novembre e il 20 dicembre 2013.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Un passetto alla volta. Niente di clamoroso, ma abbastanza per arrivare all’11% tondo, dopo una se...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Non sempre il vino corrisponde al giudizio del venditore. Ma le cifre che giovedì Mediobanca — co...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Rush finale e già scontro sui nomi dei manager che dovranno guidare il Recovery plan e sui progetti...

Oggi sulla stampa