Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Il contenzioso si allarga

Contenzioso tributario aperto anche a revisori legali e tributaristi. Ma solo eventualmente. Sgravi fiscali per gli interventi di messa in sicurezza degli immobili. Associazioni familiari dentro la commissione ad hoc del ministero delle finanze per la relazione del rapporto annuale sull’efficacia delle agevolazioni fiscali. Queste le modifiche introdotte al testo della delega fiscale, nel corso delle votazioni che si sono svolte, ieri, in commissione finanze al senato. Revisori legali e tributaristi ammessi al contenzioso. Solo, però, eventualmente. La decisione, infatti, verrà lasciata ai decreti delegati che faranno seguito all’approvazione definitiva del testo della delega fiscale. All’interno di questo ha, infatti, trovato spazio la riformulazione generica dell’emendamento all’art. 10, avente a oggetto l’ampliamento dei soggetti abilitati alla difesa in contenzioso tributario. Il compromesso, raggiunto a seguito delle consultazioni che si sono svolte mercoledì sera tra i relatori al testo Mauro Maria Marino (Pd), Salvatore Sciascia (Pdl) e il viceministro dell’economia e delle finanze, Luigi Casero (Ncd), ha previsto l’introduzione della parola «eventuale» all’interno del testo. Così facendo, la formulazione conclusiva risulta essere «eventuale ampliamento dei soggetti abilitati alla difesa in contenzioso tributario» (si veda ItaliaOggi del 16 gennaio 2014). E mentre da parte dell’Associazione nazionale dei commercialisti arriva una secca bocciatura sulla soluzione raggiunta, il presidente del Libera associazione periti ed esperti tributari, Roberto Falcone, ideatore dell’emendamento insieme a Cna professioni, si ritiene «più che soddisfatto della soluzione raggiunta». Qualche perplessità arriva, invece, da parte del presidente dell’Istituto nazionale dei revisori legali, Virgilio Baresi: «Avremmo di gran lunga preferito una riformulazione specifica, se non altro per una questione di chiarezza. Una generica, però, è sempre meglio di niente». I lavori in Commissione finanze, però, non sono finiti. Ieri, infatti, prima di poter votare gli emendamenti, la VI commissione ha dovuto attendere il parere della commissione bilancio. Parere che, una volta giunto, non ha soddisfatto le aspettative. La V commissione, infatti, si è espressa in senso negativo sia sulla parte dell’art. 14 inerente il rilancio del settore ippico, sia sulla norma che prevede l’istituzione di un fondo finalizzato prioritariamente al contrasto del gioco d’azzardo patologico. «In entrambi i casi la motivazione è stata la mancanza di coperture», hanno spiegato a ItaliaOggi i relatori alla delega, «siamo, però, intenzionati a ripresentare le proposte con tanto di preventivo via libera da parte della ragioneria generale dello stato». Buone notizie, invece, sia sul fronte delle ristrutturazioni edilizie, sia per le famiglie. Nel primo caso ha, infatti, trovato accoglimento la proposta volta all’introduzione di sgravi fiscali per gli interventi di ristrutturazione volti alla messa in sicurezza di edifici. Le famiglie, invece, verranno ammesse al tavolo della commissione ad hoc del Mef istituita per la redazione annuale sull’efficacia delle agevolazioni fiscali in vigore. E mentre alla camera i membri della commissione finanze hanno dichiarato di voler dare il via libera al testo quanto prima una volta ricevuto il testo dal senato è proprio sull’approdo del testo in aula a palazzo Madama che ci sono dei dubbi. Anche con il via libera al testo da parte della commissione finanze martedì 21 gennaio, la delega fiscale dovrebbe fare la fila. All’attenzione dell’aula, infatti, ci sono ancora il ddl sulle pene detentive non carcerarie, il decreto milleproroghe, il decreto salva Roma-bis e, eventualmente, anche il dl Imu-BankItalia.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Leonardo Del Vecchio stila la lista per il rinnovo del consiglio di amministrazione di Essilor Luxot...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Per capire la Ragioneria generale dello Stato bisogna aver visitato la sala di Via Venti Settembre d...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Riflettori puntati sulla cessione della quota (il 62,50%) di Banca Profilo, oggi all’interno del p...

Oggi sulla stampa