Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Il bancario viene nel tuo ufficio

Filiali aperte fino a tarda sera o il sabato. Consulenza a domicilio su risparmio e investimenti. Videochiamate con l’operatore per aprire il conto corrente. E tra qualche anno, addio bonifici o estratto conto in agenzia. Lo sportello cambia volto, insieme alle abitudini dei clienti. In alcuni casi, è già quasi irriconoscibile, ma resta comunque centrale. È vero che in pochi anni l’uso dei canali remoti di Internet è esploso, passando, secondo l’Osservatorio di customer satisfaction Abi-GfK Eurisko, dal 26 al 40%. E persino il mobile banking ha conquistato una fetta non irrilevante di utenti (5%). Ma la «vecchia» agenzia è ancora frequentata da 87 clienti su cento. Esattamente come cinque anni fa.
La multicanalità
Ciò che è destinato a cambiare, semmai, è la funzione della filiale, all’interno di un sistema che esprime la multicanalità in modo sempre più articolato, verso una progressiva specializzazione operativa dei singoli canali: una recente indagine condotta dall’Abi in collaborazione con l’Università di Parma, ad esempio, dimostra che gli utenti preferiscono recarsi in filiale per le attività attinenti l’apertura di nuovi rapporti (41%) e l’attivazione di servizi complessi, che richiedono uno specifico supporto consulenziale (43%).
Per un cliente su due, però, l’Internet banking è già il canale prediletto per effettuare transazioni bancarie o raccogliere informazioni (56%), mentre il 57% opta per il contact center telefonico quando vuole ricevere attività di assistenza o supporto generico. Una tendenza destinata ad accentuarsi nei prossimi anni, dice la ricerca, ma senza che necessariamente una modalità cannibalizzi l’altra: il 50% delle banche coinvolte nell’indagine, infatti, afferma che il modello più diffuso di multicanalità sarà bilanciato, con funzioni diverse ma pari dignità per le varie modalità di relazione.
La sfida è quella di integrare al meglio le esigenze dei clienti e i diversi canali. «Ad esempio — dice Vittorio Ratto, direttore marketing strategico del Gruppo Cariparma — negli ultimi anni abbiamo riqualificato la nostra struttura di banca telefonica, che oggi conta su team di professionisti dedicati ad attività di vendita e consulenza da remoto su specifici prodotti bancari, come le polizze auto».
Ambizioso è il progetto di «banca estesa» lanciato da Intesa Sanpaolo a gennaio 2013. Prevede sportelli aperti fino alle 20 e il sabato mattina per le maggiori agenzie (530 ad oggi, pari al 10% della rete e al 30% della clientela servita), e consulenza a domicilio o addirittura sul posto di lavoro, affidata a circa mille gestori formati e abilitati a operare in qualità di promotori finanziari».
Il servizio a domicilio
«A mano a mano che le transazioni si spostano verso i canali remoti, la filiale diventa in modo sempre più esplicito il luogo dedicato alla consulenza — dice Marco Siracusano, responsabile marketing di Intesa Sanpaolo —. E questa consulenza può essere erogata, a libera scelta del cliente, anche a domicilio: oggi in materia di risparmio e investimenti, domani in tema di finanziamenti e coperture assicurative».
La stessa filiale diventa uno strumento multicanale: il sabato mattina ad esempio, dice Siracusano, le casse rimangono chiuse, ma è sempre possibile depositare un assegno attraverso gli sportelli automatici evoluti.
Le videoroom
Verso una filiale ipertecnologica sembra proiettarsi invece Unicredit, che l’11 febbraio ha inaugurato a Milano l’agenzia ammiraglia di piazza Gae Aulenti: postazioni multimediali, wi-fi, area self-service con sportelli atm più veloci, e video-room accessibili fino alle 20, dove si possono effettuare operazioni o aprire il conto corrente sotto la guida di un operatore della banca, collegato in remoto. «Il piano di investimenti prevede di rinnovare circa mille punti vendita in tre anni — dichiara Remo Taricani, responsabile marketing famiglie e privati di Unicredit —. Per la consulenza, in determinate situazioni, si può attivare anche il canale remoto».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Alla fine, dopo un consiglio sospeso e riaggiornato a ieri pomeriggio, l’offerta vincolante per l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Scatta l’operazione-pulizia del Recovery Plan. Dal primo giro di orizzonte del gruppo di lavoro di...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Negli ultimi giorni, la stampa è entrata improvvisamente nel mirino di alcuni governi in Europa del...

Oggi sulla stampa