Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

I vecchi Bot sorpassano le azioni

Negli ultimi dieci anni i Bot hanno reso in media più della Borsa: il 2,30% contro l’1,63% (considerati anche i dividendi) . E Piazza Affari da fine 2003 ha perso un quarto del suo valore, con il 40% dei titoli che ha ceduto oltre la metà e azioni come Mps, Carige e Seat i cui prezzi hanno lasciato sul terreno circa il 90%, mentre Luxottica ha guadagnato il 161%, Snam l’86%, Atlantia il 48% ed Eni il 10%.
Nell’edizione 2014 di «Indici e dati», analisi che Mediobanca realizza dal 1947, la Borsa italiana si conferma in posizione piuttosto arretrata fra i mercati mondiali: con una capitalizzazione al 30 giugno pari a 496 miliardi, pur avendo recuperato rispetto a listini emergenti come Indonesia, Malesia e Messico, resta al ventesimo posto ed è ancora lontana da Russia, Taiwan per non parlare della Spagna (che capitalizza quasi 900 miliardi). Sul Pil pesa per il 30% contro l’87% di Madrid o il 118% del leader, il Nyse americano. Piazza Affari però scala le classifiche per quanto riguarda il rapporto fra utili e capitale netto, pari al 32,4%, quasi il doppio rispetto ai mercati giapponese o tedesco.
Nel 2014 sono ripresi gli aumenti di capitale con una raccolta di oltre 10 miliardi (per metà Mps): dal 2008 le ricapitalizzazioni complessive sono state pari a 66 miliardi, 43 dei quali solo relative agli istituti di credito. Dal 2004 infine la raccolta è stata di 92 miliardi. Per quanto riguarda i dividendi invece nel 2013 (distribuiti quindi quest’anno) hanno toccato il minimo dal ‘99 con 13 miliardi, un terzo in meo rispetto alla media dell’ultimo decennio. Per le banche il crollo è ancora più sensibile se si pensa che hanno distribuito 1,3 miliardi, ai minimi dal ‘97 con importi corrisposti inferiori di dieci volte rispetto al 2007-2008, cioè al pre-crisi. sempre rispetto al 2007 il peso delle banche rispetto al valore totale della Borsa è passato dal 30 al 22,8%, con una ripresa rispetto ai minimi del 2011 quando gli istituti erano al 17%.
Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Alla fine, dopo un consiglio sospeso e riaggiornato a ieri pomeriggio, l’offerta vincolante per l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Scatta l’operazione-pulizia del Recovery Plan. Dal primo giro di orizzonte del gruppo di lavoro di...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Negli ultimi giorni, la stampa è entrata improvvisamente nel mirino di alcuni governi in Europa del...

Oggi sulla stampa