Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

I soci Telco votano la squadra Telecom

di Giuliana Ferraino

MILANO — Arriva la nuova squadra di Telecom Italia, dopo l’intesa tra i grandi soci italiani sul riassetto al vertice del gruppo telecomunicazioni raggiunta nel fine settimana. Ieri si è riunito il consiglio di Telco, la holding composta da Generali, Mediobanca, Intesa Sanpaolo e Telefonica e che controlla il 22,4%di Telecom, e ha ufficializzato la lista di maggioranza con i candidati al nuovo cda da proporre all’assemblea ordinaria di Telecom, in programma il 12 aprile in seconda convocazione. Il board di Telecom sarà composto da 15 consiglieri (di fatto erano diventati 14 dopo la scomparsa di Berardino Libonati), mentre è stato indicato un compenso complessivo di 2,2 milioni Tra le novità, c’è l’ingresso di Marco Patuano che, secondo gli accordi, sarà promosso amministratore delegato per l’Italia. L’attuale amministratore delegato Franco Bernabè sarà il presidente esecutivo, con ampie deleghe, insomma il capo azienda. Gabriele Galateri di Genola lascia la presidenza, ma rimane in consiglio, e assumerà lo stesso ruolo in Telco. Luca Luciani è stato designato invece nei giorni scorsi come direttore generale. Ma ieri, tuttavia, si è saputo che il manager è indagato insieme all’ex amministratore delegato di Telecom Italia Riccardo Ruggiero per truffa aggravata, ostacolo all’attività degli organi di vigilanza e false comunicazioni sociali nell’ambito dell’indagine sulle sim false, sovraprodotte e intestate a nomi di fantasia per aumentare il giro d'affari. L’inchiesta va avanti da tempo, ma la notizia dell’avviso di garanzia è stata resa nota ieri, il giorno del board di Telco. E ha fatto crollare Telecom in Piazza Affari, dove il titolo ha chiuso la giornata in calo del 3,09%a 1,099 euro. Si dovrà vedere a questo punto quali effetti avrà l’inchiesta sul percorso di nomina. Nella lista figurano, inoltre, il numero uno di Telefonica César Alierta, Tarak Ben Ammar, Elio Catania, l’economista Jean Paul Fitoussi, Julio Linares Lopez, Gaetano Micciché, Aldo Minucci, Renato Pagliaro, Mauro Sentinelli, Francesco Coatti, Filippo Bruno e Oliviero Edoardo Pressi. Nei prossimi giorni saranno presentate anche le liste di minoranza della Findim di Marco Fossati, primo azionista fuori da Telco con il 5%circa, e di Assogestioni, a cui spetteranno nel complesso 3 consiglieri. Assogestioni confermerà l'amministratore uscente Luigi Zingales, mentre i Fossati hanno già fatto sapere che la loro scelta non ricadrà sugli attuali rappresentanti Paolo Baratta e Roland Berger, ma su Paolo Dal Pino, ex amministratore delegato di Wind, e su un altro esperto internazionale. Dopo il voto dell’assemblea di Telecom Italia, si riunirà il nuovo consiglio per nominare formalmente il presidente e l'amministratore delegato. «È stata trovata una buona soluzione» , ha commentato il Ceo di Intesa Sanpaolo, Corrado Passera. Mentre Galateri, dopo aver letto la nuova lista Telco, ha affermato che è «molto importante garantire al management un rapporto costruttivo e armonioso con il cda e con i soci» . Ma c’è una nota stonata. Nella lista non compare nemmeno una donna. A dispetto del ddl sulle quote rosa, che impone gradualmente di riservare alle donne il 30%dei posti in cda entro il 2015 e che proprio oggi arriva in Aula per il voto finale.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Al via la banca tutta online e digitale del gruppo Illimity, che fa capo a Corrado Passera. È Illim...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Google ha accettato di pagare un totale di quasi 1 miliardo di euro per chiudere il contenzioso fisc...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il fondo Blackrock torna sopra la soglia del 5% del capitale sia in Unicredit che in Intesa Sanpaolo...

Oggi sulla stampa