Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

I beni ai soci non per tutti

Esonero dalla comunicazione dei finanziamenti e delle capitalizzazioni per i soggetti che adottano i regimi speciali (vantaggio, nuove iniziative produttive e minimi) ma soltanto se gli stessi non utilizzano un conto dedicato. Così l’Agenzia delle entrate che ha collocato ieri sul proprio sito (www.agenziaentrate.gov.it) alcune risposte alle domande più frequenti (Faq) in tema di comunicazione dei beni in godimento ai soci e dei finanziamenti e capitalizzazioni, di cui al dl 138/2011. Sul punto, si ricorda preliminarmente che, con riferimento all’anno 2012, rimane aperto il canale telematico fino al prossimo 31 gennaio; di fatto, una proroga dell’adempimento in scadenza al 12/12/2013. Con riferimento alle risposte fornite, si segnala l’incertezza su cosa intenda l’Amministrazione finanziaria per «conto dedicato», ma sul punto viene confermato l’obbligo di comunicare l’entità dei finanziamenti e delle capitalizzazioni anche per i contribuenti che adottano il regime di vantaggio, il regime agevolato, di cui ai commi 3 e seguenti del medesimo decreto, e il regime delle nuove iniziative produttive, di cui all’art. 13, dl 388/2000 se gli stessi utilizzano detta tipologia di conto corrente. Restano esonerati dall’adempimento i soggetti che adottano i medesimi regimi ma che non utilizzano conti correnti dedicati (si ritiene, dedicati all’attività esercitata) e le imprese che operano in regime di contabilità semplificata. Continuando negli esoneri, l’Agenzia delle entrate conferma che non sussiste alcun obbligo di comunicazione per i beni concessi in godimento ai soci e ai familiari da società trasparenti in assenza di differenze tra il valore pattuito, incrementato della quota di reddito imputabile per trasparenza, e il valore normale, in presenza di costi non ammessi in deduzione per il concedente. L’assenza della firma sul modello non è un problema per le Entrate, ritenendo l’adempimento una mera comunicazione e non una vera e propria dichiarazione, con la conseguenza che allo stesso non si rendono applicabili gli obblighi di conservazione.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Un voluminoso dossier, quasi 100 pagine, per l’offerta sull’88% di Aspi. Il documento verrà ana...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La ripresa dell’economia americana è così vigorosa che resuscita una paura quasi dimenticata: l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ancora prima che l’offerta di Cdp e dei fondi per l’88% di Autostrade per l’Italia arrivi sul ...

Oggi sulla stampa