Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

I beni ai soci debuttano in Unico

Via libera alla bozza del modello della dichiarazione dei redditi del 2012 delle persone fisiche (Unico PF), che dovrà essere presentato in via telematica entro il 30 settembre 2013. La scadenza di pagamento di Irpef, relative addizionali e altre imposte sostitutive di Unico PF 2013, invece, è il 17 giugno 2013 (il 16 è domenica).
Beni aziendali concessi
Dovrà essere utilizzato il rigo RL10 del modello Unico PF 2013 per dichiarare la «differenza tra il valore di mercato e il corrispettivo annuo per la concessione in godimento di beni» (ad esempio, auto o abitazione) «dell’impresa a soci o familiari dell’imprenditore» (articolo 67, comma 1, lettera h-ter del Tuir). È una nuova tipologia di reddito diverso, introdotta dal 2012, che si considera «conseguito alla data di maturazione».
Acconti 2013
Le istruzioni al modello hanno confermato che gli acconti Irpef per il 2013 ritorneranno pari al 99% del rigo differenza del quadro RN di Unico 2013 relativo al 2012 (95% per la cedolare secca), in quanto sono terminate le agevolazioni previste dal Dpcm del 21 novembre 2011, che avevano ridotto, per la crisi economica, l’acconto Irpef 2011 all’82% dell’Irpef dovuta per il 2010 (al 68% per la cedolare secca) e l’acconto Irpef 2012 al 96% (al 92% per la cedolare secca).
Plusvalenze
Nel modello Unico PF 2013, è stato introdotta un’apposita sezione (la II-B del quadro RT), destinata ad accogliere la plusvalenza da partecipazione non qualificata, realizzata dal 1° gennaio 2012 (e incassata nel 2012), per la quale l’imposta sostitutiva non è più del 12,5%, ma del 20% (principio di competenza per stabilire la percentuale di tassazione e principio di cassa per il periodo di pagamento dell’imposta sostitutiva).
Modulo RW
Resta invariato il modulo RW, in quanto non è stata approvata la semplificazione, discussa in sede di approvazione del decreto salva-infrazioni (si veda Il Sole 24 Ore del 12 dicembre 2012), la quale prevedeva di eliminare le sezioni I e III.
Immobili e attività all’estero
I quadri relativi all’Ivie (imposta sul valore degli immobili detenuti all’estero) e all’Ivafe (imposta sul valore delle attività finanziarie detenute all’estero) non sono ancora stati aggiornati con le novità che stanno per essere introdotte dalla legge di stabilità 2013.
Ristrutturazioni edilizie
Nel nuovo modello, nel quadro dedicato alle spese di ristrutturazione detraibili dall’Irpef, è stato introdotto il nuovo rigo RF50, dove dovranno essere indicati i pagamenti effettuati (principio di cassa) dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2012. Solo per questi (oltre che per quelli dei primi sei mesi 2013), infatti, spetterà una detrazione Irpef del 50% (limite di spesa di 96.000 euro), al posto del 36% (limite di spesa di 48.000 euro), previsto per i bonifici effettuati fino al 25 giugno 2012 e dal 1° luglio 2013.
Risparmio energetico
La detrazione del 55% sulle spese relative agli interventi finalizzati al risparmio energetico degli edifici (prorogata fino al 30 giugno 2013) è estesa dal 2012 anche alle spese per la «sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria».
Contributi Ssn
La stretta sulla deduzione dei contributi al Servizio sanitario nazionale pagati con i premi di assicurazione Rc auto decorre già dal 2012. Quindi, le istruzioni al rigo RP21 prevedono la deduzione dal reddito solo della parte di contributo che supera i 40 euro.
Geometri
Le istruzioni alla sezione III del quadro RR, relativa ai contributi da versare alla Cassa dei geometri, hanno recepito l’aumento dall’11% a 11,5% dell’aliquota del contributo soggettivo dovuto per il primo scaglione di reddito professionale netto, cioè quello fino a 142.450,00 (oltre questo limite sono dovuti i contributi del 3,5%).

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«Non sapevo che Caltagirone stesse comprando azioni Mediobanca. Ci conosciamo e stimiamo da tanto t...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Primo scatto in avanti del Recovery Plan italiano da 209 miliardi. Il gruppo di lavoro "incardinato"...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La Cina ha superato per la prima volta gli investimenti in ricerca degli Stati Uniti. Pechino è vic...

Oggi sulla stampa