Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Grandi opere dimezzati i tempi della burocrazia

ROMA.
Megaconsiglio dei ministri giovedì notte con il varo di 11 decreti legislativi. Tempi contingentati per le conferenze dei servizi per il varo delle opere pubbliche, tutele per chi contrae un mutuo o un prestito bancario, ma anche licenziamento per dipendenti assenteisti, penalizzazioni per i dirigenti delle Asl in “rosso”, stipendi dei manager pubblici on line. Monitoraggio per le partecipate degli enti locali con l’obiettivo della cessione.
SBLOCCA-BUROCRAZIA
Nuove regole per le Conferenze dei servizi, snodo cruciale per l’attivazione delle opere pubbliche: le riunioni diventano telematiche, scatta il silenzio- assenso, massimo 60 giorni per le decisioni, se la situazione non si sblocca potrà intervenire il consiglio dei ministri ponendo un limite di 5 mesi. Contro le lunghezze burocratiche anche il dimezzamento dei tempi per una serie di procedure per opere pubbliche, insediamenti produttivi e imprese che oggi hanno termini fissati tra i 30 e i 180 giorni. Comuni e Regioni potranno individuare investimenti strategici cui assegnare una corsia preferenziale.
TUTELE SU MUTUI E PRESTITI
Recepita la direttiva Ue sui mutui immobiliari. La norma impone che siano fornite al consumatore informazioni dettagliate, che venga utilizzato un prospetto informativo standard e vengano fornite spiegazioni sul Taeg, il tasso annuo effettivo globale.
FURBETTI DEL BADGE
Dopo le polemiche e il clamore del «caso Sanremo» arriva la norma anti «furbetti del cartellino ». La novità riguarda in particolare la «falsa attestazione della presenza in servizio», come chi striscia il badge e poi se ne va. Se c’è flagranza di reato è prevista la sospensione obbligatoria entro 48 ore dal servizio e dallo stipendio. Il procedimento disciplinare dovrà concludersi entro 30 giorni. Previsto licenziamento e sanzioni penali per i dirigenti che non prendono provvedimenti.
VIA DIRETTORI ASL IN ROSSO
L’operato dei direttori delle Asl viene sottoposto a valutazione dopo due anni dalla nomina e, in caso di una gestione in rosso, scatta la sostituzione.
SPESE PA SUL WEB
Ogni singola amministrazione sarà obbligata ad indicare in modo chiaro le spese e le retribuzioni dei dirigenti. Arriva anche una sorta di «Freedom information act italiano»: i cittadini potranno accedere a tutti i dati in possesso dell’amministrazione.
TAGLI A PARTECIPATE
Gli enti locali dovranno passare al setaccio le proprie partecipate e, entro dodici mesi, eliminare quelle che hanno fatturano per tre anni meno di un milione.
MENO PORTI
Si scende da 24 a 15 autorità portuali sul territorio nazionale
POLIZIA E 112
La Polizia vigilerà sulle grandi aree mentre ai Carabinieri è affidato il resto. Il 112 diventerà il numero unico per le emergenze.
SPORTELLO SCIA
Per aprire un negozio o per ristrutturare casa il cittadino presenta in unico ufficio un unico modulo valido, la Scia (segnalazione inizio attività).
PIN UNICO.
Ogni cittadino avrà entro il 2017 il proprio «domicilio digitale » entro il 2017.
Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Nell’anno della pandemia la Consob aumenta la vigilanza anche sul web e adotta nuove tecnologie a...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Doveva essere la prova generale per i contratti del Pnrr. Falsa partenza, invece, per il Concorso S...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

È l’eterno ritorno dell’uguale. Il giorno della marmotta applicato al lavoro. Ricominciano a c...

Oggi sulla stampa