Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Il governo non vuole fare il secondo pilota dell’Alitalia

Era dal 2008, l’anno del fallimento, che la compagnia non stava messa così male», dice un sindacalista di lungo corso uscendo dal ministero dello Sviluppo dove ieri si è consumato l’ennesimo atto del dramma Alitalia. Anche perché dei protagonisti in scena, azienda, dipendenti-sindacati e governo, pare sia proprio l’esecutivo a volersi (agilmente) sfilare dalla lotta. Forse per non rimanere invischiato nella bagarre che esploderà a giorni con proteste programmate da tutte le sigle. «Che la situazione sia critica non l’abbiamo scoperto oggi», ha detto ieri il ministro Delrio. «Il governo ha mostrato disponibilità ma ha anche detto che non c’è spazio per iniezioni di denaro pubblico — hanno spiegato alcuni dei presenti — Alitalia è una società privata e si tratta di trovare un accordo tra i sindacati e l’azienda». Ora il via a dei tavoli tecnici per superare l’impasse. I tempi sono però stretti: entro un mese occorrerà chiudere e decidere. Pena il fallimento.

Lucio Cillis

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Sarà un’altra estate con la gatta Mps da pelare. Secondo più interlocutori, l’Unicredit di And...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«La sentenza dice che non è possibile fare discriminazioni e che chi gestisce un sistema operativo...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un nuovo “contratto di rioccupazione” con sgravi contributivi totali di sei mesi per i datori di...

Oggi sulla stampa