Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Good bank, oggi i consigli Arriva l’offerta di Ubi

Dopo 14 mesi dalla risoluzione di Banca Etruria, Banca Marche, CariChieti e CariFerrara sono all’uscita dal limbo le good banks, non a caso chiamate «banche-ponte» perché destinate ad essere traghettate verso un nuovo gruppo bancario. Dopo due proroghe dalla scadenza iniziale dello scorso aprile per la cessione imposta dalla Direzione Concorrenza Ue e dopo la riapertura ai fondi esteri terminata senza offerte, le Nuove banche presiedute da Roberto Nicastro possono passare a Ubi, l’unico istituto pronto a un’offerta vincolante. I board del gruppo guidato da Victor Massiah sono convocati per domani sera, la comunicazione dovrebbe arrivare giovedì mattina: per rilevare Banca Etruria, Banca Marche e CariChieti Ubi offre 1 euro simbolico, dopo che gli istituti saranno stati rafforzati con un aumento da 250 milioni di euro, ripuliti di 2,2 miliardi di crediti deteriorati (npl) da cedere ad Atlante e alleggeriti di circa 1.350 dipendenti (in uscita o già fuori) su 6 mila totali (oltre ad altre tecnicalità che fanno sì che Ubi non ci perda). Dal canto suo la banca bergamasca varerà un aumento da 400 milioni per consolidare gli attuali livelli patrimoniali. CariFerrara dovrebbe invece finire a Bper. Manca ancora l’accordo con Atlante sugli npl delle tre good banks: oggi si tengono i board di Marche e Chieti, domani quello di Etruria. Forse non arriverà da qui il sì al fondo gestito da Quaestio sgr, ma ormai è questione di ore.

Fabrizio Massaro

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Un lungo evento ribattezzato G20 TechSprint 2021 che coinvolgerà ricercatori, startupper, sviluppat...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Enel archivia il primo trimestre con un balzo dell’8,8% degli investimenti e la conferma dei t...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

A sorpresa Mps si ritrova con un trimestre in utile per 119 milioni e un patrimonio positivo per...

Oggi sulla stampa