Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Goldman teme per Mps e altre 8 banche europee

I risultati definitivi dell’Aqr e degli stress test sono ancora top-secret. Nessuno sa con certezza quale potrà essere la pagella finale della Bce sulle 130 principali banche europee, attesa per fine ottobre (anche perchè l’intera operazione è tutt’ora in corso). Ma sul mercato circolano da settimane i rumors sui possibili esiti dell’analisi che la Bce sta conducendo da mesi sugli attivi bancari. Gli analisti di Goldman Sachs si sono preoccupati di raccogliere questi boatos. E per farlo hanno intervistato 125 investitori istituzionali cui hanno chiesto che cosa si aspettano dall’esercizio di Francoforte. I risultati sono in una ricerca che ieri ha fatto alzare qualche sopracciglio tra gli addetti ai lavori. Secondo la media dei 125 soggetti intervistati, i test europei per essere credibili dovranno mettere in evidenza un deficit di capitale complessivo di 51 miliardi di euro mentre il dato mediano scende a 38 miliardi. Le banche più a rischio, secondo la survey, sono quelle tedesche, italiane e greche. Nel dettaglio, sono nove le banche citate tra quelle che rischiano maggiormente di registrare uno shortfall di capitale in caso di scenario economico estremamente negativo (che prevede il mantenimento del Cet 1 ratio pari ad almeno il 5,5%): si tratta di Mps (48% degli intervistati), la tedesca Commerzbank (43%), Banco Comercial Portugues (34%), il Banco Popolare (33%), l’ellenica Piraeus Bank (33%), Banca Popolare di Milano (32%), la greca Eurobank (30%), l’austriaca Raiffeisen (29%), la greca Alpha Bank (28%) e l’iberico Banco Popular (28%). Le attese negative rispetto alle banche italiane – che hanno peraltro varato nei mesi scorsi una lunga serie di aumenti di capitale – in fondo non può sorprendere più di tanto. Perchè riflette la percezione elevata del rischio da parte degli operatori internazionali verso il settore bancario tricolore, le cui valutazioni sul patrimonio netto tangibile, non a caso, sono le più basse al mondo. Tra qualche settimana si capirà se il mercato eccede in pessimismo o meno.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Il management di Mediobanca confeziona una trimestrale con 200 milioni di utile netto, meno di un an...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Nessun rilancio sul prezzo, ma un impianto complessivamente più flessibile e con qualche passo avan...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Le recenti modifiche apportate alla legge 130/1999 (disposizioni sulle cartolarizzazioni dei crediti...

Oggi sulla stampa