Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Goldman Sachs, il trading spinge i ricavi nel trimestre

Goldman Sachs ha più che raddoppiato gli utili nel quarto trimestre del 2020: ha messo a segno un’impennata del 135% a 4,51 miliardi di dollari, pari a 12,08 dollari per azione, cavalcando il riscatto dei mercati finanziari dalla crisi da pandemia. Il giro d’affari è salito del 18% a 11,74 miliardi. I risultati hanno battuto nettamente le previsioni, ferme a utili per azione da 7,39 dollari e a revenue per 9,99 miliardi. In Borsa il titolo ha ugualmente risentito di una flessione subito dopo l’annuncio dei conti, ma guadagna oltre il 12% da inizio anno.

Goldman per l’intero 2020 ha anche riportato le entrate annuali più elevate dal 2009, pari a 44,56 miliardi, con il trading lievitato del 43% e che ha a sua volta evidenziato massimi decennali. L’investment banking si è fregiato di revenue da record, pari a 9,42 miliardi.

Numerose banche americane stanno riportando in generale utili migliori delle attese per l’ultimo scorcio del 2020, sostenuti anche dalla “liberazione” di fondi che erano stati accantonati a copertura di possibili perdite legate alla crisi e a prestiti in sofferenza. Perdite che tuttavia, in presenza degli straordinari interventi federali di sostegno all’economia, sono rimaste contenute. E hanno lasciato adesso il campo ad un maggior ottimismo sulle prospettive, nonostante la morsa del coronavirus tuttora attanagli il Paese.

Accanto a Goldman, Bank of America ha riportato ieri utili per 5,47 miliardi, a sua volta battendo i pronostici. Il dato, sostenuto dal rilascio di 828 milioni dagli accantonamenti, ha tuttavia rappresentato una flessione del 22% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Bofa ha inoltre comunicato una flessione del 10% nelle entrate a 20,1 miliardi, rimaste sotto le attese. La settimana scorsa JP Morgan, con profitti balzati del 42%, e Citigroup avevano a loro volta superato le previsioni di utili. Wells Fargo, meno legata alle piazze finanziarie e più dipendente dall’economia reale, le aveva deluse.

Il trading è stato il grande motore della performance trimestrale in particolare per Goldman, società di Wall Street per eccellenza. Ha portato in dote alle revenue 4,27 miliardi, con un incremento del 23%, nutrito dal segmento equity in rialzo 40 per cento.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

L’esordio di Andrea Orcel come ad di Unicredit, uscita con un utile trimestrale doppio rispetto al...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Vittorio Colao, ministro per l’Innovazione tecnologica, non fa suo il progetto per una rete unica ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un blitz della Ragioneria generale dello Stato evita un "buco" di 24 miliardi nel decreto "Sostegni ...

Oggi sulla stampa