Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Gli incentivi tornano a pioggia

Contributi per le aggregazioni di imprese che studiano nuove modalità di vendita, incentivi per la stabilizzazione dei lavoratori nei call center, fondi per studiare metodi di reimpiego degli scarti di lavorazione degli agrumi. Sono queste alcune delle novità in tema di incentivi che emergono dagli emendamenti approvati alla legge di Stabilità.

Buone notizie anche per le imprese dei territori danneggiati dal sisma di maggio 2012 che potranno contare su contributi a fondo perduto a sostegno dei propri investimenti, oltre ai contributi in conto interessi che già erano stati introdotti.

Finanziate le aggregazioni per studiare nuovi metodi di vendita. Un fondo di 5 milioni di euro viene destinata al sostegno delle imprese che si uniscono in Associazione temporanea di imprese (Ati) o Raggruppamento temporaneo di imprese (Rti) al fine di finanziare attività di promozione, ricerca e sviluppo di software e hardware e alla ideazione di modelli di attività di vendita non convenzionali e forme di collaborazione fra tali realtà produttive. L’incentivo riguarderà la manifattura sostenibile e l’artigianato digitale. I progetti dovranno essere svolti in collaborazione con istituti di ricerca pubblici, università e istituzioni scolastiche autonome pubbliche sulla base di progetti triennali da questi presentati attraverso procedure selettive indette dal ministero dello sviluppo economico. I contenuti dei progetti sono relativi a ricerca e sviluppo software e hardware, condivisione ed utilizzo in maniera comunitaria di documentazione, creazione di comunità online e fisiche per la collaborazione e la condivisione di conoscenze. Inoltre, possono riguardare accesso alle tecnologie di fabbricazione digitale, creazione di nuove realtà industriali, promozione di modelli di attività di vendita non convenzionali e innovativi. Infine, possono riguardare condivisione di esperienze con il territorio, sostegno per l’applicazione delle idee, sostegno delle scuole del territorio attraverso la diffusione del materiale educativo sulla cultura dei «makers». Le modalità applicative saranno stabilite da apposito decreto.

Incentivi per l’occupazione nei call center. I call center che hanno regolarmente stabilizzato i propri collaboratori a progetto potranno usufruire di un incentivo per i lavoratori in forza al 31 dicembre 2013, pari a un decimo della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali per ciascuno dei lavoratori stabilizzati, per un periodo massimo di 12 mesi. L’incentivo sarà fruibile nella misura massima di 200 euro mensili per ciascun lavoratore e potrà essere recuperate tramite conguaglio nelle denunce contributive. Il tetto massimo annuo di incentivo per ciascuna azienda ammonta a 3 milioni di euro. Lo stanziamento complessivo è di 24 milioni di euro per il triennio 2014-2016. L’incentivo è comunque subordinato all’approvazione in sede comunitaria.

Contributi a fondo perduto per le imprese nei territori del sisma. Le imprese ubicate nei territori del sisma di maggio 2012, in particolare nelle Regioni Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, potranno contare anche su contributi a fondo perduto a sostegno degli investimenti effettuati o da effettuare. Il provvedimento propone infatti una modifica alla legge 122/2012 che prevedeva esclusivamente contributi in conto interessi. Le nuove agevolazioni a fondo perduto saranno concesse sulla base delle risorse attualmente residue, in regime «de minimis».

Fondi per reimpiegare gli scarti dell’industria agrumicola. Ammonta a 2 milioni di euro lo stanziamento per incentivare l’elaborazione e realizzazione di progetti di ricerca e sviluppo nel settore agroindustriale nelle aree di produzione della Sicilia orientale. I progetti si dovranno occupare di studiare forme di reimpiego sostenibile degli scarti provenienti dalla lavorazione industriale degli agrumi. Con decreto del ministero dello sviluppo economico, da emanare entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge, saranno individuate le modalità per l’accesso ai contributi.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

L’anno del Covid si porta via, oltre ai tanti morti, 150 miliardi di Pil. Ma oggi si può dire che...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Forte crescita dell’attività di private equity nei primi due mesi dell’anno. Secondo il dodices...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Goldman Sachs ha riavviato il suo trading desk di criptovalute e inizierà a trattare futures su bit...

Oggi sulla stampa