Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Giudice nazionale sul diritto d’autore

I titolari di un diritto d’autore possono rivolgersi al giudice dello Stato membro che tutela il diritto anche se la lesione patrimoniale arriva da una società con sede in un altro Paese e la violazione avviene via internet. Lo ha chiarito la Corte Ue, con sentenza (C-170/12), che rafforza la protezione dei diritti patrimoniali d’autore nello spazio Ue. La questione giuridica è stata posta dalla Cassazione francese. Un compositore, residente a Tolosa, aveva constatato che una società austriaca aveva riprodotto sue tracce musicali su un supporto Cd, con vendita via internet. Il compositore si era rivolto ai giudici francesi ma la società austriaca aveva sollevato il difetto di giurisdizione rivendicando la competenza di Vienna. Questo perché il regolamento n. 44/2001 sulla competenza giurisdizionale, l’esecuzione e il riconoscimento delle decisioni in materia civile e commerciale (che sarà sostituito dal n. 1215/2012) attribuisce, in via generale, la competenza al giudice del luogo in cui il convenuto ha il domicilio. Accanto a questo criterio generale, però, il regolamento fissa competenze speciali indicando la giurisdizione del giudice del luogo in cui l’evento dannoso è avvenuto o può avvenire. La Corte riconosce che il fatto dal quale è derivato il danno ossia la riproduzione dell’opera su un supporto materiale si è realizzato in Austria, ma il danno si è concretizzato, almeno in parte, in Francia. D’altra parte è proprio il giudice francese a poter valutare meglio di altri il merito della violazione e consentire un’effettiva tutela dei diritti. Detto questo, però, Lussemburgo delimita la competenza perché se per la violazione dei diritti della personalità commessa via web l’azione di responsabilità può essere fatta valere dinanzi ai giudici di ogni Stato membro in cui il contenuto sia accessibile, per la violazione di un diritto di proprietà industriale e intellettuale l’azione va avviata dinanzi ai giudici dello Stato membro in cui l’atto è registrato, ma limitatamente ai danni provocati su quel territorio. Di conseguenza, la competenza è dei giudici francesi che tutelano il diritto del ricorrente, lesi su quel territorio con la vendita via internet. Per gli altri danni è necessario avviare azioni giurisdizionali dinanzi ad altri giudici.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Un voluminoso dossier, quasi 100 pagine, per l’offerta sull’88% di Aspi. Il documento verrà ana...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La ripresa dell’economia americana è così vigorosa che resuscita una paura quasi dimenticata: l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ancora prima che l’offerta di Cdp e dei fondi per l’88% di Autostrade per l’Italia arrivi sul ...

Oggi sulla stampa