Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Il giro d’italia di barrese L’aifi va a torino per innovare

Stefano Barrese raddoppia su Imprese Vincenti. Il capo della divisione Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo rilancia il progetto decollato lo scorso anno, chiamando all’autocandidatura le migliaia pmi che costituiscono il motore della nostra economia. Il gruppo guidato da Carlo Messina avvia infatti proprio in questi giorni la seconda edizione di Imprese Vincenti, il programma dedicato alle aziende campioni del made in Italy e dell’eccellenza tutta italiana di territori e filiere. Per la prima edizione sono state oltre 1.800 le pmi che hanno partecipato alla selezione, quest’anno sono attesi numeri ancora più elevati. Le 120 Imprese Vincenti 2019 sono state valorizzate con programmi di crescita, advisory sul posizionamento strategico dell’azienda o sull’identificazione di linee guida per lo sviluppo, confronto con la community Elite di Borsa Italia e con best practice internazionali, a corsi di formazione e workshop, oltre alla visibilità legata al progetto. A conclusione del primo ciclo Barrese ricordava come «con Imprese Vincenti abbiamo vissuto un’emozionante esperienza di rafforzamento della conoscenza delle nostre imprese e di vicinanza concreta con il territorio». Una delle novità riguarda proprio il focus sui territori e sulle pmi che hanno i numeri per un salto dimensionale, con particolare attenzione all’imprenditoria ad impatto sociale. Il roadshow partirà il prossimo aprile e si svilupperà in varie tappe in tutta la Penisola.

Nuovi capitali in Piemonte

Appuntamento a Torino lunedì 17 febbraio per il VentureUp Forum organizzato dall’Aifi in collaborazione con la fondazione Crt, l’Innovation center di Intesa Sanpaolo e la Compagnia di San Paolo (Officine grandi riparazioni, Corso Castelfidardo, 22). Parteciperanno, tra gli altri, Innocenzo Cipolletta (Aifi), Giovanni Quaglia (Crt), Francesco Profumo (Compagnia), Maurizio Montagnese (Innovation center Isp), Gabriele Galateri di Genola (Assicurazioni Generali), Giovanni Gorno Tempini (Cassa depositi e prestiti), Pascal Lagarde (Bpi France), Domenico Arcuri (Invitalia), Dario Scannapieco (Bei), Anna Gervasoni (Aifi), Massimo Lapucci (Crt), Guido de Vecchi (Innovation center Isp), Carla Patrizia Ferrari (Compagnia) e Silvia Candiani (Microsoft Italia). Iscrizioni sul sito https://lknd.in/dUecPzn.

Affrontare le tasse

L’occasione per orientarsi nel mondo dei tributi senza perdere le più recenti norme introdotte dall’ultima Legge Finanziaria, è data dalla pubblicazione del Vademecum del Contribuente 2020 dove in circa 400 pagine si troveranno tutte le norme sulle imposte del nostro Paese corredate di commenti esplicativi. Tra le numerosissime disposizioni analizzate, il lettore, professionisti ma anche semplici contribuenti, potrà comprendere come si concretizzano i provvedimenti previsti dalla manovra 2020 in base alla legge di Bilancio. Il Vademecum del Contribuente 2020 può essere richiesto direttamente ad Unione Fiduciaria scrivendo a Cinzia Carabelli all’indirizzo email: ccarabelli@unionefiduciaria.it.

Al via il master dell’Aipb

L’Associazione italiana private banking (Aipb) lancia il primo master in private banking & wealth management. Il 4 maggio avrà inizio a Milano il master rivolto a giovani laureati e laureandi e diretto da Silva Lepore. Il programma ha la durata di otto mesi, due mesi di aula e sei di stage retribuito. Sul sito www.master.aipb.it, ci sono i dettagli del corso, i requisiti per poter accedere e le modalità di iscrizione.

Descalzi sostenibile in Enea

Italia alla ribalta internazionale con un grande progetto strategico per l’energia sostenibile. Mercoledì 29 nel Centro Ricerche Enea a Frascati il presidente Federico Testa e l’amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi firmeranno l’accordo per dare vita a un grande polo scientifico per lo sviluppo di tecnologie altamente innovative nel campo della fusione. Presenti il sottosegretario alla presidenza del consiglio, Riccardo Fraccaro, il neo ministro dell’università e della ricerca Gaetano Manfredi, il ministro dello sviluppo economico Stefano Patuanelli e il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

Crowdfunding da record

Il 2019 è stato un anno da record per l’equity crowdfunding in Italia: con oltre 65 milioni di euro raccolti sulle 9 piattaforme più attive nel Paese, ha quasi raddoppiato i numeri rispetto al 2018 (36 milioni). In crescita anche il numero di campagne finanziate, da 113 a 138 (+18%). A confermarsi piattaforma leader in Italia è Mamacrowd, prima per numero di campagne chiuse (68), per capitale raccolto (29 milioni di euro) e per numero di campagne milionarie (6). Tra le campagne chiuse con successo nel 2019 su Mamacrowd, il primo posto per capitali raccolti spetta al record assoluto di StartupItalia: il progetto che trasformerà la media company in una rampa di lancio per l’innovazione e le startup ha infatti raggiunto 2 milioni di euro in soli due mesi e chiuso con 2,6 milioni di euro di adesioni e il record di aderenti coinvolti in un’unica campagna (oltre 2 mila). «L’equity crowdfunding è uno strumento flessibile e semplice che risponde all’esigenza degli investitori, che possono finalmente aggiungere al proprio portafoglio un investimento sinora riservato ai professionali e delle pmi, che possono finanziare in maniera efficiente i propri piani d’impresa e acquisire credibilità sul mercato dei capitali», ha detto Dario Giudici, cofondatore di SiamoSoci e amministratore delegato di Mamacrowd.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Come se fossimo tornati indietro di sei mesi, il governo si divide tra chi vuole subito misure anti-...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Arriva la firma del premier Conte al decreto di Palazzo Chigi che autorizza la scissione degli 8,1 m...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Doppia proroga della cassa integrazione per l’emergenza Covid-19 per assicurare la copertura fino ...

Oggi sulla stampa