Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Generali farà M&A in Europa e lancia piano contro il virus

«Generali giocherà un ruolo molto proattivo» nell’eventuale processo di consolidamento del settore assicurativo in Europa che le difficoltà generate dalla pandemia potrebbero innescare. Ma nel mentre ha deciso, anche per festeggiare i 190 anni di storia che hanno sempre visto la compagnia schierata in prima fila su temi chiave come lo sviluppo e l’innovazione, di rendere “permanenti” le iniziative promosse nel corso di quest’ultimo anno, caratterizzato dall’impatto del Covid-19, a supporto delle piccole e medie imprese. E in quest’ottica ha lanciato il programma “Fenice 190”. Un piano da 3,5 miliardi di euro di investimenti per sostenere il recupero delle economie europee colpite dal Coronavirus, a cominciare da Italia, Francia e Germania, per proseguire durante i cinque anni del progetto in tutti i paesi europei dove il gruppo è presente. «Il 190/o anniversario delle Generali cade in un anno decisivo per superare insieme la più grave crisi mondiale dal dopoguerra e porre le premesse per un grande rilancio a livello globale», ha esordito il ceo Philippe Donnet che ha quindi aggiunto: «Con Fenice 190 vogliamo essere protagonisti di questa ripresa, lasciando un segno concreto per il futuro, con un sostegno rilevante ai settori più innovativi, sostenibili e strategici per la rinascita dell’economia europea». «Mai come oggi, in un contesto senza precedenti – ha sottolineato il presidente Gabriele Galateri di Genola – il gruppo intende costruire una visione di futuro condivisa e sostenibile per tutti gli stakeholder».

Di fatto, come detto, con Fenice 190 diventano permanenti le iniziative straordinarie avviate nel 2020 per affrontare la pandemia, che hanno visto investimenti a supporto di aziende ed economia reale. Al momento sono state selezionate 10 iniziative per un controvalore complessivo di 1 miliardo di euro. Di queste, sette prevedono la concessione di finanziamenti, due sono operazioni di private equity e una è concentrata nel real estate. A questo primo importo si aggiungerà un impegno annuo di 500 milioni di euro, per i prossimi cinque anni. Il tutto, anche con l’intento di supportare la transizione delle piccole e medie aziende verso la sostenibilità. I denari messi sul tavolo verranno infatti dirottati su “progetti” che puntano alla crescita sostenibile. Ma come? Attraverso fondi di investimento internazionali indirizzati a infrastrutture, innovazione e digitalizzazione, pmi, abitabilità green, strutture health care ed educazione. Il piano è implementato attraverso la piattaforma multi-boutique di Generali Investments ed è aperto a fondi di terzi e investitori istituzionali, così come a tutte le società del gruppo. Le iniziative sono selezionate da un comitato investimenti della Business Unit Asset & Wealth Management, guidata dal ceo, Carlo Trabattoni, con esperti. La responsabilità del comitato è affidata al ceo di Generali Real Estate, Aldo Mazzocco.

Intanto, Generali deve fare i conti anche con il contesto globale. In questo scenario sono due i punti fermi: «I target per il 2021 sono confermati, li raggiungeremo tutti. Questa è la nostra priorità», ha detto il ceo Donnet che ha concluso: «A livello globale il settore assicurativo è molto resiliente e sta resistendo alla crisi pandemica ma le piccole e medie compagnie sono sotto pressione» e questo darà vita a un processo aggregativo «nel settore assicurativo, durante o dopo la pandemia,al quale Generali parteciperà con un ruolo molto proattivo. Guardiamo sempre a opportunità di M&A».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«È cruciale evitare di ritirare le politiche di sostegno prematuramente, sia sul fronte monetario ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Dopo aver fatto un po’ melina nella propria metà campo, il patron del gruppo Acs, nonché preside...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Una forte ripresa dell’economia tra giugno e luglio. È su questo che scommette il governo: uscire...

Oggi sulla stampa