Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Generali cede ai brasiliani la Banca Svizzera Italiana

Con un incasso di 1,24 miliardi Generali vende la Banca Svizzera italiana a Btg Pactual, gruppo finanziario brasiliano che tra le altre cose ha rilevato una quota del Monte dei Paschi di Siena. Per la società guidata da Mario Greco l’operazione è positiva perché è l’ultima dismissione del piano di razionalizzazione del gruppo e perché adesso il Leone potrebbe uscire dalla lista delle Sifi, ovvero quelle società sistemiche che in quanto tali devono avere maggiori requisiti di solidità finanziaria. Ma anche per Btg l’operazione è positiva, perché il gruppo finanziario brasiliano guadagna un avamposto di livello nel private banking del Vecchio continente.

Vendere una banca che assorbe più capitale di quanto non riesce a generarne farà guadagnare al Leone di Trieste 9 punti in termini di solvency 1, arrivando così all’obiettivo di quota 160%. Certo il prezzo incassato per la cessione di Bsi, secondo gli analisti, è del 30-40% inferiore rispetto alle aspettative di due anni fa, quando la banca era stata inserita tra le attività non strategiche. Inoltre dopo aver spesato a fine anno 217 milioni di minusvalenza relativa alla controllata Banca del Gottardo, il gruppo di Trieste dovrà farsi carico di altri 100 milioni di perdite, nonché della multa attesa dalle autorità Usa che ha già coinvolto colossi come Credit Suisse e Ubs. Resta il fatto che con gli 1,24 miliardi che Generali incasserà in contanti e azioni di Btg Pactual, Greco completa il piano di dismissioni da 4 miliardi prima del tempo incas- sando 3,7 miliardi in tutto. «La cessione di Bsi rappresenta un passaggio chiave nel percorso di rilancio delle Generali – ha spiegato Greco – con questa operazione superiamo il target di Solvency1 ripristinando la solidità del capitale in anticipo rispetto al nostro piano al 2015».
Per Btg Pactual che stima di concludere l’operazione all’inizio del prossimo anno (e che pagherà l’80% in contanti e il 20% con nuove azioni Btg riservate alle Generali) si tratta invece di un’acquisizione strategica che sarà la base di futuri investimenti. «Con questa operazione il 50% della nostra attività si focalizza sull’asset management – ha detto Andrè Esteves, numero uno del gruppo carioca – investiremo per sviluppare Bsi dando vita a un colosso con 200 miliardi di dollari di raccolta, con ottime potenzialità di crescita e perfettamente integrato nel gruppo ».
Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Un voluminoso dossier, quasi 100 pagine, per l’offerta sull’88% di Aspi. Il documento verrà ana...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La ripresa dell’economia americana è così vigorosa che resuscita una paura quasi dimenticata: l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ancora prima che l’offerta di Cdp e dei fondi per l’88% di Autostrade per l’Italia arrivi sul ...

Oggi sulla stampa