Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Garanzia sul credito bancario, l’accesso è gratuito

Accesso gratuito per le start up innovative e incubatori certificati, in via prioritaria e secondo modalità semplificate, alla garanzia sul credito bancario concessa dal Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese. Con il decreto 26 aprile 2013 varato dal ministero dello sviluppo economico, di concerto con il ministro dell’economia e delle finanze (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 25 giugno 2013 n. 147) le start up innovative possono finalmente contare su un supporto per ottenere finanziamenti dalle banche. Il Fondo potrà concedere garanzia diretta su finanziamenti delle banche fino al l’80% dell’ammontare del l’esposizione per capitale, interessi, contrattuali e di mora. L’importo massimo che il Fondo garantisce per ogni singola start up innovativa o incubatore certificato è pari a 2,5 milioni di euro e assegna altresì priorità nell’istruttoria e nella presentazione al comitato del Fondo alle richieste di garanzia riferite ai medesimi beneficiari. L’unico adempimento richiesto è la presentazione di una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, redatta secondo lo schema predisposto dal soggetto gestore del Fondo, con la quale il rappresentante legale o il procuratore speciale dell’impresa o dell’incubatore ne attesta l’iscrizione nella apposita sezione speciale del registro delle imprese istituita ai sensi dell’articolo 25, comma 8, del decreto-legge n. 179/2012. La dichiarazione è conservata dal soggetto richiedente e prodotta in caso di insolvenza dell’impresa start-up innovativa o dell’incubatore certificato o su semplice richiesta del soggetto gestore del Fondo. Oltre alla garanzia diretta, il fondo offre anche la controgaranzia fino alla misura massima dell’80% dell’importo garantito dal confidi o da altro fondo di garanzia, a condizione che le garanzie da questi rilasciate non superino la percentuale massima di copertura dell’80%. Entro questo limite, la controgaranzia copre fino all’80% della somma liquidata dal confidi o da altro fondo di garanzia all’istituto finanziatore. Sulle operazioni finanziarie riferite a start-up innovative e incubatori certificati la garanzia del Fondo è concessa senza valutazione dei dati contabili di bilancio dell’impresa o dell’incubatore a condizione che il soggetto finanziatore, in relazione all’importo dell’operazione finanziaria, non acquisisca alcuna garanzia, reale, assicurativa o bancaria ai soci.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

L'acquisto della banca senese potrebbe permettere al gruppo milanese di ridurre la distanza dal lead...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Negli ultimi giorni l’attenzione dei commentatori politici è stata focalizzata sulle modalità di...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il governo Conte bis è entrato in crisi proprio quando alcuni dossier economici di capitale importa...

Oggi sulla stampa