Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Frode fiscale, aggredibili anche c/c imprenditore

Legittimo il sequestro diretto sui conti correnti dell’imprenditore piuttosto che sugli immobili della società coinvolta nella frode fiscale dei quali è più difficile calcolare il valore. Lo ha sancito la Cassazione che, con sentenza n. 53146 del 22/11/2017, ha respinto il ricorso di un manager che si era visto sequestrare i conti in banca per la frode fiscale fatta in favore della srl. La vicenda vede coinvolte due società appartenenti allo stesso gruppo. La prima aveva ricevuto fatture da una cartiera ma in realtà aveva realizzato l’operazione commerciale con un’altra impresa, operativa. Per questo era scattata l’indagine per frode fiscale. In un primo momento il sequestro finalizzato alla confisca aveva colpito tanto il denaro del manager quanto gli immobili dell’azienda. Poi su questi ultimi la difesa aveva chiesto e ottenuto il dissequestro. Inutile il ricorso alla Suprema corte del legale per far cadere la misura disposta sui beni del contribuente. In primo luogo gli Ermellini hanno infatti ribadito che in tema di reati tributari commessi dal legale rappresentante di una persona giuridica, il sequestro preventivo funzionale alla confisca per equivalente non può essere disposto sui beni dell’ente, a eccezione del caso in cui questo sia privo di autonomia e rappresenti solo uno schermo. Detto questo ad avviso del Collegio bene hanno fatto le autorità a disporre la misura sui conti del manager di immediata disponibilità piuttosto che sui cespiti immobiliari della società che avrebbero dovuto prima essere venduti.

Debora Alberici

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Sono sessantasei i fascicoli di polizze infortuni in favore dei dirigenti di cui si sono perse le tr...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Questo shock senza precedenti potrebbe causare qualche vittima tra le banche». Un Ignazio Visco i...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Non sarà possibile avere il Recovery Fund in funzione dal primo gennaio 2021 e anche il Bilancio ...

Oggi sulla stampa