Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Frode con fatture false se si tira in ballo una ditta inesistente

Risponde del più grave reato di dichiarazione fraudolenta mediante fatture false (e non solo di dichiarazione fraudolenta) l'imprenditore che attribuisce le attività a una ditta inesistente. Lo ha stabilito la Cassazione che, con sentenza 9673 del 10/3/2011, ha respinto il ricorso di un contribuente che chiedeva fosse applicato l'art. 3, dlgs 74/2000 e non il più grave reato contemplato dall'art. 2. La difesa aveva insistito sulla circostanza che attribuire le fatture a una ditta inesistente era una nullità materiale e quindi doveva applicarsi il reato meno grave. Una tesi che, oltre a non convincere tribunale e Corte d'appello di Ancona non ha convinto neppure gli Ermellini. «Va disatteso l'assunto difensivo principale secondo cui, trattandosi di fatture false nel contenuto materiale perché attribuite a ditta inesistente, ricorreva la fattispecie criminosa di cui all'art. 3 dlgs 74/2000». Secondo il Collegio dall'esame combinato delle norme di cui all'art. 1, c. 1 lett. a), e art. 2, c. 1, dlgs 74/2000, risulta evidente che concretizza l'elemento obiettivo del reato di cui all'art. 2, c. 1, dlgs 74/2000, l'utilizzo, ai fini della indicazione di elementi passivi fittizi, di fatture relative ad operazioni inesistenti, senza alcuna distinzione tra fatture false nella loro materialità obiettiva e fatture false solo in riferimento alle operazioni inesistenti ivi indicate». In altri termini è sufficiente, per la sussistenza dell'elemento obiettivo del reato, «l'utilizzo di fatture inerenti a operazioni inesistenti, senza che rilevi o discrimini il fatto che dette fatture siano false o meno nella loro materialità fattuale».



 
Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

L’assemblea della Popolare di Sondrio, convocata l’11 maggio, avrà per la prima volta in 150 an...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Dopo mesi di battaglia legale e mediatica, Veolia e Suez annunciano di aver raggiunto un accordo per...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La sfida all’ultimo chip tra Stati Uniti e Cina sta creando un «nuovo ordine mondiale dei semicon...

Oggi sulla stampa