Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

FonSai-Unipol, si tratta con Isvap e Consob

Fondiaria-Sai ed Unipol lavorano ad una tabella di marcia praticabile per la loro integrazione. Nelle prossime ore gli uffici legali delle due società assieme ai loro advisor dovrebbero incontrarsi per fare il punto delle diverse operazioni (tre aumenti di capitale, un'Opa, ed una fusione finale) da mettere in linea per conferire carattere unitario al progetto di matrimonio su cui è stata sottoscritta una lettera d'intenti non vincolate. Il tempo è un fattore rilevante in questa vicenda. Unipol sta compiendo in questi giorni una due diligence su Fondiaria-Sai ma le verifiche dovranno concludersi, al massimo, il 27 gennaio quando è convocato quel consiglio di amministrazione chiamato a prendere decisioni vincolanti per l'aumento di capitale fino a 750 milioni già deciso dal board «natalizio» della società. In quell'occasione era stato precisato che l'iniezione di capitale avrebbe dovuto essere completata entro marzo, ma sottostante a quella previsione c'era la prospettiva di una ricapitalizzazione «in solitaria». L'ipotesi su cui ora si sta lavorando ha invece ben altra complessità.
Se anche la due diligence si risolverà con lo scioglimento positivo della riserva da parte di Unipol, il board di Fondiaria-Sai non sarà comunque in grado di dettagliare tutti i passaggi delle diverse operazioni in calendario ma, presumibilmente, soltanto di decidere l'entità effettiva dell'aumento di capitale, i tempi dell'assemblea chiamata ad approvarlo e quelli presumibili del suo svolgimento. Si va dunque verso una time table più dilatata di quella indicata inizialmente, necessaria a fornire agli investitori un quadro di riferimento unitario. Per decidere gli azionisti di minoranza di Fondiaria-Sai, chiamati a ricapitalizzare la società dopo che pochi mesi or sono hanno già messo mano al portafoglio, hanno bisogno di certezze sui passaggi successivi delle operazioni (la ricapitalizzazione di Unipol e soprattutto i possibili concambi della fusione finale). Se il set informativo dell'aumento di capitale fosse lacunoso su aspetti essenziali l'unica effettiva loro possibilità di tutela diverrebbe quella dell'Opa a cascata su Fondiaria-Sai su cui la Consob si deve ancora pronunciare. Ecco perchè la tabella di marcia su cui gli uffici legali delle due compagnie sono al lavoro è così importante. È un timing su cui è necessario il via libera delle autorità di vigilanza. In questa fase è particolarmente rilevante il ruolo dell'Isvap (l'authority delle polizze) che deve conciliare le esigenze di trasparenza – spingono per un rallentamento di tempi – e quelle di stabilità prudenziale le quali vanno in una direzione del tutto opposta. Inoltre la commissione dovrebbe indicare entro il 27 gennaio se vi sono ostacoli insormontabili all'integrazione FonSai-Unipol, almeno a questa fase iniziale delle trattative tra i due gruppi.
La complessità dell'integrazione, già intrinseca, è anche accentuata da alcuni fattori esterni che possono significativamente influire sulla sua riuscita. Il governo sta in questi giorni definendo il pacchetto liberalizzazioni e le misure prospettata per il comparto assicurativo potrebbero influire positivamente sul progetto in corso ma con l'eccezione della «mina vagante» rappresentata dall'abrogazione per legge degli agenti monomandatari. Avrebbe un impatto devastante sulle compagnie, anche su quelle coinvolte nel piano di integrazione. C'è infine la partita delle minusvalenze sui titoli di Stato. L'impatto sui margini patrimoniali delle assicurazioni è stato fortemente attenuato dal decreto Isvap del settembre scorso che tuttavia scadrà con l'esercizio 2011. I modi con cui il regime speciale potrebbe essere reiterato – il Parlamento lo sta discutendo proprio in questi giorni – non sono indifferenti anche per Unipol e FonSai in virtù dei loro larghi portafogli di BoT e BTp.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Il management di Mediobanca confeziona una trimestrale con 200 milioni di utile netto, meno di un an...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Nessun rilancio sul prezzo, ma un impianto complessivamente più flessibile e con qualche passo avan...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Le recenti modifiche apportate alla legge 130/1999 (disposizioni sulle cartolarizzazioni dei crediti...

Oggi sulla stampa