Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Fonsai, Unipol nega il recesso ai Ligresti e alle ex holding

MILANO — Unipol ha rispedito al mittente le richieste di recesso da Premafin non solo della famiglia Ligresti ma anche dei curatori fallimentari delle holding Sinergia e Imco. Sorte analoga, secondo l’«Ansa», dovrebbe essere toccata anche al custode giudiziale del trust off-shore The Heritage Trust, Alessandro della Chà. Premafin, controllata da Unipol, ha comunicato che il diritto di recesso è stato «legittimamente» esercitato solo dallo 0,65% del capitale. I tre fratelli Ligresti — Jonella, Giulia e Paolo, titolari di una quota del 5,9% del capitale di Premafin — si sono visti respingere la richiesta di recesso e notificare un atto di citazione con cui la holding chiede al Tribunale di accertare l’inesistenza del diritto. La data dell’udienza è stata fissata per ottobre del 2014, ma non è escluso che i Ligresti, che rivendicano l’operatività del recesso, possano chiedere di anticiparla. Premafin ha disconosciuto anche la richiesta di recesso arrivata dalle ex holding della famiglia siciliana, Sinergia e Imco. Niente recesso neppure per The Heritage Trust, il trust off-shore in cui Salvatore Ligresti secondo le accuse avrebbe occultato il 20% di Premafin (ridotto poi al 2,31%). Il diritto di recesso in Premafin nasce dal cambio dell’oggetto sociale della holding, destinata a fondersi in Fonsai nell’ambito delle nozze con Unipol. Scontato da parte della compagnia bolognese era solo il mancato riconoscimento del recesso ai Ligresti: una mossa obbligata dopo che la Consob aveva posto la cancellazione del diritto agli ex azionisti di controllo come condizione per concedere l’esenzione dall’Opa. La valutazione non è condivisa dalla famiglia siciliana e l’ultima parola spetterà ai tribunali.
Nel frattempo il pm di Milano Luigi Orsi ha chiuso un filone d’indagine sul caso Fonsai in vista della richiesta di rinvio a giudizio di Salvatore Ligresti, Giancarlo De Filippo e Niccolò Lucchini. Sarebbe in corso di notifica l’avviso di conclusione di indagine secondo cui i tre sono indagati di aggiotaggio.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Cinque nomi nuovi, a partire da Andrea Orcel, cinque conferme (più Pier Carlo Padoan, cooptato da p...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Francesco Gaetano Caltagirone segue le orme di Leonardo Del Vecchio e, dopo anni passati ad arrotond...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Zero profitto, zero dividendo: così la Bundesbank ha chiuso il bilancio 2020, un bilancio pandemico...

Oggi sulla stampa