Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Il fondo per tagliare le tasse? Entrano soltanto 370 milioni di euro  

Appena 370 milioni di euro. Sono questi gli incassi in più «effettivi» e «strutturali» da lotta all’evasione fiscale che entreranno nella casse dello Stato e, in quanto tali, potranno finire nel «Fondo per la riduzione della pressione fiscale», istituito dalla legge di Stabilità 2014. Sembrò allora una grande conquista: le risorse tolte agli evasori sarebbero andate a beneficio dei contribuenti onesti. Solo che, al di là dei risultati record vantati ogni anno dai governi di turno, i progressi sono impercettibili, come gli stessi esecutivi sono costretti a certificare ai sensi della legge. Il resoconto si può leggere a pagina 13 dell’allegato alla nota di aggiornamento del Def sui «Risultati conseguiti in materia di misure di contrasto all’evasione fiscale e contributiva». Il conto è presto fatto. Gli incassi per il 2017 sono valutati in 14 miliardi e 100 milioni di euro contro i 13 miliardi e 650 milioni preventivati. Un maggior introito di 450 milioni dovuto soprattutto al successo della rottamazione delle cartelle esattoriali di Equitalia. Infatti, a fronte di 930 milioni di euro in più rispetto alle previsioni per le entrate tributarie, c’è stato un calo di 480 milioni per le entrate extratributarie (utili e dismissioni da imprese pubbliche). Ma dei 450 milioni di incassi aggiuntivi solo «una parte, 370 milioni, può essere considerata permanente». «Pertanto — conclude il documento del governo — in sede di predisposizione del disegno di legge di Bilancio 2018, saranno iscritti 370 milioni di euro nello stato di previsione dell’entrata e, contestualmente, nel predetto Fondo».

Bene, 370 milioni per ridurre la pressione fiscale sono niente, considerando che le entrate finali previste per il 2018 sono pari a 831 miliardi. Si tratta dello 0,04%. Come dire che per la riduzione delle tasse non si può certo far affidamento sulla lotta all’evasione. Del resto, anche a voler essere generosi, 450 milioni di maggiori incassi conseguiti nel 2017 sono appena lo 0,4% dei 107 miliardi che ogni anno, secondo lo stesso allegato al Def, non entrano nella casse dello Stato a causa dell’evasione.

Enrico Marro

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Doppio appuntamento per Vincent Bolloré. Oggi si terrà l’assemblea di Vivendi, di cui il finanz...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Mai così pochi negli uffici pubblici, ma molto più digitalizzati. L’anno della pandemia ha bloc...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Se ci sarà, come credo, l’approvazione del Recovery Plan italiano, quello sarà un bel passo ava...

Oggi sulla stampa