Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Fondo Fidt, un veicolo per Banca Marche

Una società «veicolo» per rilevare a tempo Banca Marche e sventare il rischio di una sua liquidazione. E’ l’iniziativa allo studio del Fondo interbancario di tutela dei depositi, Fidt, presieduto da Salvatore Maccarone. «Faremo tutto quello che serve per evitare la liquidazione della banca che ha una raccolta protetta di 7,3 miliardi», ha spiegato all’agenzia Radiocor Maccarone. 
Il Fondo interbancario è un consorzio obbligatorio per la tutela dei depositi bancari e si è già impegnato su richiesta dei Commissari straordinari dell’istituto marchigiano a sostenere il piano di risanamento della banca per 900 milioni circa. In particolare 800 milioni al massimo sono stati previsti a garanzia delle cessione di crediti in sofferenza della banca secondo un progetto presentato dal Fonspa. Altri 100 milioni, invece, sono per l’acquisto di una quota nell’ambito della ricapitalizzazione di Banca Marche che avrebbe dovuto sostenere il Fonspa ma il progetto si è arenato per la difficoltà di individuare un sufficente numero di investitori privati che si impegnassero nella ricapitalizzazione della banca. Dopo il fallito tentativo dei privati, e prima dell’avvio delle nuove regole europee sul bail-in che entreranno in vigore dal 1° gennaio 2016, il dossier Banca Marche torna dunque nelle mani del Fondo interbancario di tutela dei depositi. «Il nostro impegno come equity potrebbe aumentare» ammette Maccarone, anche se la decisione non e’ stata ancora presa dagli organi del Fondo. L’obiettivo e’ riportare in bonis la banca entro la fine dell’anno quando scadrà il commissariamento disposto dalla Banca d’Italia.
Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«È cruciale evitare di ritirare le politiche di sostegno prematuramente, sia sul fronte monetario ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Dopo aver fatto un po’ melina nella propria metà campo, il patron del gruppo Acs, nonché preside...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Una forte ripresa dell’economia tra giugno e luglio. È su questo che scommette il governo: uscire...

Oggi sulla stampa