Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Fondo di garanzia Pmi di vetro

Controlli in loco per i destinatari dei finanziamenti del fondo di garanzia per le Pmi. Grazie alla modifica delle modalità operative per lo svolgimento delle verifiche effettuate dal gestore sulle operazioni ammesse al fondo. I soggetti richiedenti l’accesso al fondo di garanzia e i beneficiari finali debbono consentire, in ogni momento e senza limitazioni, l’effettuazione di controlli, accertamenti documentali e ispezioni in loco presso le sedi dei medesimi, da parte del gestore del fondo e degli organismi regionali, nazionali e comunitari.

E le verifiche dovranno toccare almeno il 10% dei beneficiari. Il Mediocredito centrale, con la circolare del 2 novembre 2015, n. 16, fissa le regole per lo svolgimento delle verifiche e dei controlli orientati all’accertamento dell’effettiva destinazione dei finanziamenti da parte del fondo di garanzia Pmi. Le nuove modalità si applicano alle operazioni la cui comunicazione di inizio attività ispettiva è trasmessa, mediante posta elettronica certificata, a partire dal 5 novembre 2015. Il gestore del fondo è tenuto a effettuare controlli documentali su un campione di operazioni ammesse all’intervento del fondo. L’individuazione del campione avviene a fronte delle operazioni per le quali i soggetti richiedenti hanno comunicato l’avvenuta erogazione ovvero, per le operazioni con durata non superiore a 18 mesi che non presentano un piano di ammortamento, l’avvenuta concessione del finanziamento. Il campionamento casuale è svolto in maniera da assicurare che sia sottoposta a verifica una percentuale pari ad almeno il 10% delle operazioni finanziarie attivate a fronte di investimenti e pari ad almeno il 5% delle restanti operazioni ammesse a valere su ciascuna sezione o riserva del fondo.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Con una valutazione pari a tre volte i ricavi, ossia di 1,5 miliardi di euro, Cedacri sta per essere...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ecco uno squarcio sui ritardi del piano italiano per accedere ai 209 miliardi del Next Generation Eu...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Alla fine il governo ha deciso di sposare la linea del Comitato tecnico scientifico: scuole di ogni ...

Oggi sulla stampa