Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Il fisco risponde via Messenger

Il fisco sbarca su Facebook. Dopo i canali di assistenza tradizionali, la webmail, gli sms, il canale YouTube e l’account Twitter, a partire da ieri l’Agenzia delle entrate è presente anche sul social network più popolare del mondo. L’obiettivo è duplice: da un lato fornire informazioni alla generalità degli utenti attraverso video, post e contenuti multimediali sulla pagina pubblica, dall’altro assicurare un dialogo a tu per tu con il contribuente tramite Facebook Messenger. Grazie all’applicazione i cittadini potranno rivolgere domande all’amministrazione finanziaria in privato. Quesiti che troveranno un riscontro, spiega l’Agenzia diretta da Rossella Orlandi, in una nota, di norma entro 24 ore. Qualora il tema richieda un approfondimento, la risposta potrà pervenire entro cinque giorni dalla richiesta.

Inizialmente si parlerà del canone Rai nella bolletta elettrica, ma gradualmente l’assistenza abbraccerà anche i temi fiscali più comuni.

«Qui troverete info e aggiornamenti su novità fiscali e iniziative di servizio dell’Agenzia», scrivono le Entrate nel messaggio inaugurale della pagina Facebook, «ma non è tutto: insieme alla pagina apriamo uno sportello social di prima informazione sul canone tv, attraverso Messenger. Una nuova finestra di dialogo con la quale ci mettiamo in gioco per essere sempre di più dalla parte dei cittadini. Se avete dubbi sul canone tv, non esitate a scriverci un messaggio privato».

Nelle prime ore dalla messa online del profilo sono state diverse decine i contribuenti che hanno manifestato i propri dubbi sulle modalità e sulle tempistiche di versamento del canone Rai: dall’efficacia dell’autodichiarazione sostitutiva di esonero ai casi di esclusione soggettiva per gli over 75, senza dimenticare i casi di non coincidenza tra intestazione dell’utenza elettrica e nominativo dell’abbonato alla tv di stato.

Tutte fattispecie sulle quali il personale social dell’Agenzia invitava gli utenti a confrontarsi in privato tramite Messenger. Mentre chi invia domande su fattispecie diverse dal canone tv viene invitato, per il momento, a utilizzare i canali tradizionali di assistenza (call center o ufficio locale, con l’avvertenza che, per non fare la coda, è possibile scaricare l’app e prenotare un appuntamento online).

I dialoghi personali in chat saranno svolti nel pieno rispetto della normativa sulla privacy. Gli operatori dell’Agenzia, sottolinea Via Cristoforo Colombo, «non richiederanno alcun dato personale, ma si limiteranno a rispondere a dubbi e aiutare i contribuenti ad adempiere correttamente gli obblighi fiscali». Mentre per il trattamento dei dati degli utenti continueranno a rispondere alle policy utilizzate da Facebook, con l’impegno dell’Agenzia a rimuovere ogni riferimento personale o dato sensibile eventualmente pubblicato sulla pagina.

Nessun rischio per i contribuenti di «insospettire» i verificatori fornendo loro dati astrattamente utili a innescare verifiche fiscali, in quanto, chiosano le Entrate, «le informazioni scambiate non saranno utilizzate per altri scopi, ma serviranno solo per aiutare e indirizzare i contribuenti nella soluzione dei loro quesiti».

«L’attivazione di una pagina Facebook da parte dell’Agenzia delle entrate rappresenta un’iniziativa importante per il miglioramento del rapporto con i contribuenti», commenta il presidente della commissione finanze della camera, Maurizio Bernardo (Ap), «credo che questa operazione sia molto utile per avvicinare il fisco a cittadini e imprese e ridurre i tempi di attesa, nella più generale ottica di semplificazione».

Valerio Stroppa

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«La priorità oggi è la definizione di un piano concreto e coraggioso per fruire dei fondi dedicat...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Sempre più al centro degli interessi della politica, ora la Banca Popolare di Bari finisce uf...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il post-Covid come uno spartiacque. Le aspettative dei 340 investitori che hanno partecipato alla di...

Oggi sulla stampa