Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Fine stagione, fine fondi

Game over per il contributo a fondo perduto per le attività stagionali. Oggi, 2 settembre, è infatti il termine ultimo per inviare telematicamente all’Agenzia delle entrate le istanze per il riconoscimento del contributo noto anche come «alternativo» e disciplinato all’articolo 1, commi da 5 a 15, del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73 (il decreto sostegni bis).

Da domani, come chiaramente indicato nel provvedimento n. 175776/2021 pubblicato dall’agenzia delle entrate lo scorso 2 luglio, sarà possibile presentare unicamente istanza di rinuncia alla richiesta di contributo a suo tempo inviata. In caso di scarti post chiusura del termine di invio, per correzioni eventuali è sempre concessa la via dell’autotutela con le modalità indicate dall’agenzia delle entrate nella risoluzione 65 dell’11 ottobre 2020. Disattese, almeno per il momento, le richieste degli operatori che chiedevano più tempo per l’invio delle domande complicate dall’obbligo di indicazione nel modello di tutti gli aiuti di Stato percepiti nel corso della pandemia da covid-19 ed cui arco temporale di trasmissione (5 luglio – 2 settembre) era di fatto parzialmente bruciato dal periodo feriale.

La modalità di erogazione del contributo.https://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.478.1_en.html#goog_1388149403

Come indicato nel citato provvedimento dell’Agenzia delle entrate l’ammontare del ristoro erogato è determinato in base ai valori indicati nell’istanza e diminuito, per i soggetti che hanno beneficiato del contributo sostegni e che non l’hanno restituito, dell’importo del contributo sostegni bis automaticamente ricevuto. Va sottolineato che il contributo in commento è classificabile tra gli aiuti di Stato previsti alle sezioni 3.1 «Aiuti di importo limitato» e 3.12 «Aiuti sotto forma di sostegno a costi fissi non coperti» della Comunicazione della Commissione europea del 19 marzo 2020 C(2020) 1863 final («Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del Covid-19», anche detta «Temporary Framework»). Qualora l’ammontare del contributo calcolato, unitamente agli altri aiuti ricevuti, superi il limite previsto dai Temporary Framework, i richiedenti hanno l’onere di indicare nel campo della comunicazione «Minor importo richiesto» l’ammontare ridotto che il richiedente ha rideterminato ai fini del rispetto dei predetti limiti.

Le due vie del contributo: ordinaria e maggiorata.

L’ammontare del contributo a fondo perduto per le attività stagionali varia a seconda se il richiedente ha o meno percepito il contributo sostegni ex articolo 1 del dl 41/2021.

Per i soggetti che hanno beneficiato del citato ristoro infatti alla contrazione del fatturato e dei corrispettivi misurata nel periodo 1 aprile 2020 – 31 marzo 2021 rispetto al 1 aprile 2019 – 31 marzo 2020 vanno applicate le percentuali del 60, 50, 40, 30 o 20 per cento a seconda dell’ammontare dei ricavi o compensi dichiarati nel 2019 (sempre che la contrazione sia superiore al 30%).

Per i soggetti che invece non hanno presentato l’istanza al contributo sostegni o che hanno ricevuto uno scarto, oppure ancora hanno restituito interamente il contributo in quanto indebitamente percepito, le percentuali da applicare alla contrazione salgono e sono pari al 90, 70, 50, 40 o 30 per cento dei ricavi 2019.

Come per i precedenti contributi concessi nel corso della pandemia da covid-19, qualora il soggetto richiedente abbia attivato la partita IVA tra l’1 aprile 2019 e il 31 marzo 2020, ai fini del calcolo della media mensile del fatturato e dei corrispettivi del medesimo periodo, rilevano i mesi successivi a quello di attivazione della partita IVA.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Generali prepara una task force di consiglieri per rendere più condivisa e indipendente la gestazi...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La Federal Reserve vede un orizzonte sereno, perciò si prepara a ridimensionare gradualmente le mi...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il governo è pronto a varare nella riunione di oggi la manovra per sterilizzare il rincaro delle b...

Oggi sulla stampa