Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Fca, prove di recupero

Vendite ancora in flessione per Fiat Chrysler sul mercato italiano nel mese di giugno, ma con un miglioramento rispetto ai mesi del lockdown. La casa italo-americana ha immatricolato 28.967 veicoli, in diminuzione del 25% su base annua (a maggio -57,2%). La quota di mercato segna una leggera contrazione dal 22,43 al 21,87%. Nei primi sei mesi sono state vendute 138.681 automobili, il 48% in meno rispetto allo stesso periodo del 2019. La quota di mercato è scesa di circa un punto percentuale al 23,75%.

In giugno i marchi Fiat e Lancia hanno migliorato la quota di mercato. Fiat con quasi 18.600 immatricolazioni, è salta al 14% dal 13,5% di un anno prima. Per Lancia le macchine vendute sono state 3.500, con una fetta del 2,7%, in miglioramento di 0,2 punti percentuali. Jeep ha ottenuto una quota del 4,1% e Alfa Romeo dell’1,2%.

Sono quattro i modelli Fca nella top ten delle auto più vendute il mese scorso. Al primo posto Fiat Panda, che con 9.100 immatricolazioni si conferma leader assoluta delle vendite in Italia e prima nel segmento A con una quota del 46,3%. Fiat 500 è seconda nel segmento A, dove i due modelli hanno raggiunto una quota del 62,2%. Terza fra le top ten Lancia Ypsilon, nelle posizioni di vertice nel segmento B con una quota del 12,3%. Fra i primi dieci si è posizionata anche Fiat 500X con il 12,3%.

A livello generale le immatricolazioni in Italia sono scese in giugno del 23,13% a 132.457 macchine. In maggio si era verificato un -44,61%, mentre in aprile le vendite si erano quasi e in marzo avevano segnato -85,39%. Un andamento che, secondo il Centro studi Promotor, «appare ancora più negativo se si considera che in giugno, con la fine della quarantena, il mercato avrebbe dovuto non solo tornare sui livelli normali e quindi in linea con quelli del 2019, ma avrebbe anche dovuto recuperare almeno una parte delle mancate vendite di marzo, aprile e maggio. Il consuntivo del primo semestre chiude, dunque fortemente, in perdita».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Le recessioni impattano sulle pensioni future. Ma un Pil allo zero virgola fa anche peggio. Un Paese...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

L’efficace contrasto al fenomeno mafioso sempre più pervasivo nel tessuto imprenditoriale ed econ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Parte la possibilità per le imprese di ottenere liquidità per un milione di euro a fronte di aumen...

Oggi sulla stampa