Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Fca, intesa fatta con Google per la nuova «auto senza pilota»

FiatChrysler e Google hanno firmato ieri l’atteso accordo di cooperazione tecnologica nel campo dei veicoli a guida autonoma.
Secondo quanto comunicato da Londra ieri in tarda serata, il gruppo Fca fornirà a Google un certo numero di auto del modello ibrido Chryrsler Pacifica (circa 100 in una prima fase) e gli ingegneri delle due aziende lavoreranno insieme, in un centro nei pressi di Detroit, per integrare nelle vetture la tecnologia di guida autonoma di Google, con responsabilità ripartite a seconda delle rispettive aree di competenza.
L’obiettivo è quello di ampliare l’attuale programma di sperimentazione di vetture a guida autonoma che il colosso di Mountain View Google sta svolgendo in maniera indipendente e che ha visto i suoi prototipi percorrere già due milioni di chilometri.
L’operazione è vantaggiosa per entrambi i partner: Google, che non ha intenzione di produrre direttamente automobili, ha bisogno di collaborare con uno o più costruttori. Fiat Chrysler, che ha finora investito meno dei concorrenti in quella che potrebbe rivelarsi una tecnologia decisiva nel futuro delle quattro ruote, ha invece la possibiltà di recuperare terreno.

Questa è la prima volta che Google lavora direttamente con un costruttore per integrare il proprio sistema di guida autonoma (sensori e software inclusi) su una vettura. I veicoli a guida autonoma di Google sono attualmente in sperimentazione in quattro città degli Stati Uniti. Le Chrysler Pacifica Hybrid a guida autonoma saranno testate sul circuito privato di Google in California prima di essere utilizzate strade pubbliche. In una seconda fase il numero dei veicoli utilizzato potrebbe salire fino a 500. L’intesa con Fca, che non sarà esclusiva, riguarda per ora la fase sperimentale: l’arrivo di veicoli a guida autonoma sul mercato è ancora lontano, per motivi normativi oltre che tecnologici. L’operazione non cambia dunque lo scenario competitivo del settore e non avrà un impatto immediato significativo sui conti di Fca. E?non è ancora noto quali ripercussioni avrà l’intesa con Google sull’attività di Fcain Italia
«Fca ha un team di ingegneri abili ed esperti e la Chrysler Pacifica Hybrid è la vettura adatta per testare la tecnologia di guida autonoma di Google», ha dichiarato John Krafcik, amministratore delegato di Google Self-Driving Car Project. «Lavorare a stretto contatto con Fca ci darà l’opportunità di velocizzare lo sviluppo di una vettura a guida totalmente autonoma che renderà le nostre strade più sicure e agevolerà gli spostamenti quotidiani per coloro che non possono guidare». «Lavorare con Google dà a Fca l’opportunità di collaborare con una delle principali società high-tech al mondo per velocizzare il processo di innovazione nell’industria automotive», ha dichiarato Sergio Marchionne. Il manager, che ieri è volato negli Usa a definire gli ultimi dettagli dell’intesa con Google, domani tornerà in Italia per presentare a Matteo Renzi l’Alfa Romeo Giulia.
Ieri intanto Fca ha annunciato che nel mese di aprile ha aumentato ancora una volta le vendite negli Usa:?il gruppo italo-americano ha venduto quasi 200mila veicoli tra auto e light truck (199.631 unità)?con un rialzo del 6%?rispetto ai 189mila dello stesso mese del 2015. Si tratta del miglior aprile degli ultimi 11 anni. Ancora una volta la crescita è stata trainata dai marchi Jeep (+17% a 84mila unità)?e Ram (+12%?a quasi 46mila);?in calo le vendite di Fiat (-19%), Chrysler (-18%) e Dodge (-3%). Il bilancio dei primi quattro mesi dell’anno vede una crescita dell’8%?a oltre 750mila unità.
Il mese di aprile si è chiuso negli Usa con vendite in crescita anche per Ford (+4%), Toyota (+4%), Honda e Nissan (+14%), mentre General Motors ha ceduto il 3,5%. Il mese scorso la marca Fiat ha segnato performance positive anche in Germania (+19%?contro +8%) e in Spagna (+33%?contro il +21%?del mercato).
Tornando al mercato Usa, «la domanda di Suv e pick-up è continuata inarrestabile» ha osservato Reid Bigland, Senior Vice President per le vendite di Fca in Nordamerica. La Renegade prodotta a Melfi è stata venduta in quasi 10mila unità, record sul mercato Usa. Il mese scorso è iniziata la distribuzione del nuovo monovolume Chrysler Pacifica, che sarà disponibile nella seconda metà dell’anno anche in versione ibrida plug-in e che come detto servirà come base per la sperimentazione delle tecnologie di guida autonoma con Google.
La crescita di Suv e pick-up (che vale non solo per Fca ma anche per le rivali) è favorita dal prezzo del carburante storicamente basso e viene assecondata dai costruttori che ricavano dai truck margini di profitto nettamente superiori. Una recente analisi della società di consulenza Kelley Blue Book indica per esempio che in un anno (dall’aprile 2015 al mese scorso)?i prezzi di vendita medi dei veicoli del gruppo Fca sono cresciuti del 4,8% grazie in gran parte allo spostamento del mix verso i truck;?nello stesso periodo Gm ha “guadagnato” il 4,6%?e Ford il 2,1 per cento. Per questo Sergio Marchionne ha annunciato a gennaio una ristrutturazione della produzione Usa con il taglio anticipato di due berline di scarso successo (Dodge Dart e Chrysler 200, entrambe su piattaforma di origine italiana) e la loro sostituzione con nuovi Suv e pick-up (uno di questi ultimi anche per il marchio Jeep). La percentuale dei light truck sulle vendite di Fca (compresi i monovolume come la Pacifica) è salita nei primi 4 mesi del 2016 all’82%?dal 77%?dell’intero 2015, e potrebbe avvicinarsi al 90% una volta che sarà cessata la produzione di Dart e Chrysler 200.

Andrea Malan

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Vasto entusiasmo ha suscitato la recente pronunzia della Corte di Giustia Ue, con la conferma del gi...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ha scelto la giornata delle donne Mario Draghi per il suo secondo discorso pubblico da presidente de...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Le obbligazioni assunte nell’esercizio dell’attività d’impresa o professionale, per «nozione...

Oggi sulla stampa