Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Fatturato record per Luxottica

Luxottica archivia il bilancio 2013 con un nuovo record di fatturato a 7,3 miliardi di euro, in crescita del 3,2% rispetto al 2012. Un risultato a cui hanno contribuito non solo Stati Uniti e mercati emergenti, ma anche l’Europa che a sorpresa ha registrato un incremento dell’11% del giro d’affari. L’utile netto è cresciuto dell’1,9% a 544,7 milioni, mentre il profitto “adjusted” è cresciuto del 10,3% a quota 617,3 milioni. Circa metà di questa cifra sarà distribuita agli azionisti. La società ha deciso di staccare una cedola da 65 centesimi per azione. In crescita del 12% rispetto ai 58 del 2012.
Leggermente sotto le attese i risultati del quarto trimestre: il fatturato è stato pari a 1,64 miliardi contro una stima di 1,67 fissata dal consensus degli analisti Bloomberg. Il dato del quarto trimestre – fa sapere la società – ha risentito soprattutto la forte svalutazione sull’euro di molte monete emergenti. Il dato è di poco superiore (+0,8%) rispetto allo stesso periodo del 2012. A parità di cambi ci sarebbe stata una crescita del 7,6 per cento. L’utile netto del quarto trimestre risulta pari a 25,9 milioni in calo del 65,4% rispetto allo stesso periodo del 2012. Il dato è tuttavia viziato da una posta straordinaria legata «alla verifica avviata dalla Guardia di Finanza per l’anno 2007 e che si è conclusa con un rilievo in tema di transfer pricing che ha implicato ulteriori oneri di 26,7 milioni». Cifra a cui bisogna sommare ulteriori 40 milioni di accantonamento prudenziale deciso dalla società. Al netto di queste poste i profitti sarebbero in crescita del 9,1 per cento.
Il punto di forza del gruppo resta l’equilibrata diversificazione geografica. I ricavi della divisione “wholesale” sono distribuiti per il 37% in Europa occidentale, per il 26% negli Stati Uniti, per il 24% nei mercati emergenti e per il 13% nel resto del Mondo. Il Vecchio Continente, come accennato, è stato la sorpresa. A livello consolidato la crescita di quest’area è stata dell’11 per cento. «Riteniamo che i mercati maturi continueranno a contribuire positivamente al fatturato e alla redditività del Gruppo e ci aspettiamo una crescita ancora più forte nei mercati emergenti, in cui stiamo investendo costantemente» ha dichiarato l’ad Andrea Guerra nella nota di presentazione dei conti.
Quanto alle prospettive sull’anno in corso Guerra si è detto convinto che «sarà la naturale evoluzione dell’anno appena concluso. Questi primi mesi sono positivi a parte qualche sfavorevole fenomeno meteorologico e pongono le basi per una crescita del fatturato e della redditività coerente con il trend degli anni passati».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Alla fine, dopo un consiglio sospeso e riaggiornato a ieri pomeriggio, l’offerta vincolante per l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Scatta l’operazione-pulizia del Recovery Plan. Dal primo giro di orizzonte del gruppo di lavoro di...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Negli ultimi giorni, la stampa è entrata improvvisamente nel mirino di alcuni governi in Europa del...

Oggi sulla stampa