Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Facebook si accorda con Skype

Entra nel vivo lo scontro tra i social network con Google+, il nuovo prodotto lanciato dal colosso di Mountain View, che tenta di rubare quote di mercato al leader assoluto del settore, Facebook. E proprio Google+, l'ultimo arrivato, sembra – a detta di molti – avere qualche punto in più in fatto tutela della privacy e funzionalità. Tra queste ultime spicca la possibilità per gli utenti di chattare in video. Immediata la risposta di Facebook. Mark Zuckerberg, il fondatore, non vuol vedere intaccata la leadership assoluta del proprio prodotto o lasciare spazio ai concorrenti. E per questo ha siglato un accordo con Skype, e quindi con Microsoft (che oltretutto di Facebook è azionista di minoranza), per lanciare un servizio di video chat per il suo social network. Da ricordare che Bill Gates all'inizio del maggio scorso aveva buciato proprio Facebook e Google assicurandosi il big della telefonia online per 8,5 miliardi di dollari.

La nuova piattaforma che permetterà agli utenti di Facebook di comunicare in video con i propri contatti, a quanto pare senza dover installare alcun software o plug-in aggiuntivo (sarà sufficiente un account Skype attivo), dovrebbe essere operativa già da oggi e gli analisti hanno subito commentato la notizia parlando di «effetto esplosivo» e snocciolando i numeri legati al sodalizio fra le due Web company e uno in particolare: 900 milioni. Tanti sarebbero gli utenti – 750 milioni quelli del social network e 150 milioni quelli del più grande provider di servizi Voip al mondo – interessati da questa ulteriore appendice di una collaborazione che ha ormai radici consolidate (in passato la chat di Facebook era stata integrata nella versione 5.5 di Skype).

Oggi inoltre è in programma nel quartier generale di Zuckerberg a Palo Alto (California) l'annuncio ufficiale del servizio. Che potrebbe costituire la base – di comune accordo con Microsoft – per una nuova offerta di servizi e contenuti a valore aggiunto. E qualcuno ipotizza anche che Zuckerberg possa estrarre dal cilindro altre novità, come un tablet o una nuova versione di Facebook ottimizzata per smartphone. Insomma, il sodalizio con Skype promette di essere un passaggio importante per il futuro del social network.

 

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«È un falso dilemma» che la Bce abbia un solo mandato e la Federal Reserve due. Anche la Banca ce...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un intervento normativo finalizzato a favorire il rafforzamento patrimoniale delle società di capit...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Scuola e lavori pubblici, settore residenziale e miglioramento delle norme in fatto di appalti, come...

Oggi sulla stampa