Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Facebook: dimezzate le fake news

Qualcosa sta cambiando. Disinformazione e messaggi improntati all’odio sui social network possono essere ridotti attraverso un presidio e un controllo puntuale. A indicare i risultati ottenuti nel corso dell’ultimo biennio è Sheryl Sandberg, direttrice finanziaria di Facebook. «Sappiamo di dover risolvere problemi come l’hate speech e la disinformazione soprattutto nelle elezioni politiche, ma ci siamo impegnati. Abbiamo 30 mila controllori, tre volte di più del 2017, con le elezioni europee — racconta Sandberg — abbiamo introdotto la verifica degli annunci pubblicitari elettorali e questo lavoro ha avuto un effetto. Dal 2016 le interazioni con le notizie false sono dimezzate e il 65% del linguaggio con contenuti di odio è stato rimosso in maniera proattiva rispetto al 24% di due anni fa». L’intento, insomma, è «affrontare le sfide che affronta tutto internet, e stare vigili, collaborando con i governi per nuove regole e per la privacy. Siamo determinati — spiega — ad essere parte della soluzione».

Sandberg da un decennio è uno dei dirigenti chiave del gigante fondato da Mark Zuckeberg e durante la presidenza di Bill Clinton è stata a capo dello staff del segretario al Tesoro Larry Summers. Ieri era a Roma per la presentazione del progetto di ampliamento di Binario F, un centro con laboratori e nuove aree dedicato alla formazione digitale. Un luogo che Sandberg tratteggia come «il più importante investimento di Facebook in Italia, per contribuire alla formazione di oltre centomila persone entro la fine di quest’anno». L’obiettivo è garantire diverse tipologie di training e seminari per potenziare le competenze digitali di istituzioni, scuole, genitori e studenti, produttori di contenuti, istituzioni culturali, no profit e startup.

Il rilancio di Facebook su Binario F, presso l’Hub di LVenture Group e Luiss EnLabs all’interno della Stazione Termini, prevede un ampliamento degli attuali spazi, occupando oltre 900 metri quadrati. Sandberg, del resto, ricorda che «su Facebook ci sono 31 milioni di italiani e 27 milioni partecipano alle community», gruppi di utenti che con idee e proposte continuano a registrare una crescita. A rimarcare l’investimento negli spazi di Binario F è anche Luca Colombo, numero uno di Facebook in Italia. «Le competenze digitali sono un requisito per contribuire alla crescita economica del Paese, tra l’altro sono le stesse imprese a indicarlo. Secondo una ricerca di Morning Consult — spiega Colombo —, l’87% delle piccole e medie imprese in Italia afferma che sono più importanti del percorso scolastico in fase di assunzione di nuovi dipendenti».

Lo sviluppo del progetto è stato curato da Laura Bononcini, direttore Public Policy per il Sud Europa di Fb. «Nonostante le cosidette digital skill siano fondamentali per lo sviluppo e la crescita economica, in Italia oltre 280mila posizioni specializzate rischiano di rimanere scoperte da qui al 2023», dice Bononcini.

Andrea Ducci

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Per gli immobili concessi in leasing l'Imu è dovuta dal locatario anche a seguito della risoluzione...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

L’Europa spinge l’acceleratore sulla digitalizzazione della costituzione delle società come ele...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Procedura online per la costituzione di srl in alternativa alla metodologia standard attuale. La dir...

Oggi sulla stampa