Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Fabbisogno record a 155 miliardi. Corrette al ribasso le stime sul Pil

La crescita del Pil nel terzo trimestre c’è stata (+15,9%), ma la cattiva notizia è che è andata meno bene di quello che si prevedeva (Istat aveva stimato un +16,1% in ottobre). E ancora bisogna fare i conti con la seconda ondata del virus e le misure di contenimento decise dopo, motivo per cui la stima dell’Istat di -8,3% del Pil per il 2020 rischia di essere disattesa da una nuova frenata della crescita economica. E anche la stima del governo di un -9% contenuta nella Nadef rischia di diventare troppo ottimistica.

Però, sottolinea l’Istat, la crescita nel terzo trimestre c’è stata: «L’economia italiana registra un consistente recupero dopo la forte contrazione nella prima metà dell’anno» con «la ripresa diffusa a tutti i comparti economici» con effetti sia sui consumi privati (+7,5%), sia sugli investimenti (+5,3%). Confindustria frena gli entusiasmi presentando i dati di novembre della produzione industriale: -2,3%. E già prevede «un contributo negativo dell’industria per il Pil nel quarto trimestre».

Nel terzo trimestre

Il Prodotto interno lordo è cresciuto del 15,9%, ma l’Istat aveva stimato un +16,1%

Per l’Ocse invece il Pil italiano nel 2020 calerà meno di quanto previsto in settembre, -9,1% invece che 10,5%. Ma il 2021 sarà più faticoso con una ripresa dell’economia «lenta e non omogenea e i rischi al ribasso sono significativi»: previsto un +4,3% anziché 5,3%. E nel 2022 si fermerà a +3,2%. Secondo le previsioni dell’istituto, il debito pubblico crescerà quasi fino al 160% nel 2020, per assestarsi al 158,2% nel 2021. In aumento anche la disoccupazione con un tasso all’11% nel 2021. «Per almeno 6-9 mesi convivere con il virus sarà difficile», certifica l’Ocse. Cresce ancora il fabbisogno statale. Il ministero dell’Economia ha reso noti i dati dei primi 11 mesi del 2020: rispetto al 2019 è cresciuto di 104,2 miliardi per un totale di 155,7 miliardi. Un aumento dovuto soprattutto agli interventi previsti dai provvedimenti legislativi per far fronte all’emergenza Covid.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Nonostante la pandemia tante aziende hanno deciso o subìto il lancio di un’Opa che le porterà a ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Peugeot-Citroën ha annunciato di aver parzialmente rimarginato le ferite della prima parte dell’a...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Meno macchine, meno motori termici, e un ritorno al futuro nei modelli. Ecco la ricetta del nuovo am...

Oggi sulla stampa