Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Exor, dai soci ok a bilancio e cedola «Stellantis, risultati incoraggianti»

Exor stacca una cedola di 100 milioni ai suoi azionisti, di cui 52 milioni alla famiglia Agnelli, e apre il board ad Ajay Banga, chairman di Mastercard, che presiederà il nuovo comitato Esg (Environment, Social and Governance) della holding, istituito ieri. L’assemblea degli azionisti, che ha approvato i conti 2020 e la distribuzione di una cedola di 0,43 euro per azione, in pagamento il 23 giugno, chiude così un anno, quella della pandemia, che per Exor è stato ricco di trasformazioni. Partendo dalla sostituzione, nel portafoglio, di Fca con Stellantis, nata dalla fusione del gruppo italo americano con Psa. «A cinque mesi dalla nascita di Stellantis, le aspettative che avevamo riposto in questa fusione sono state confermate dai fatti: sotto la guida di Carlos Tavares, la società ha chiuso il primo trimestre con risultati molto incoraggianti», ha sottolineato il numero uno John Elkann nel corso dell’assise, aggiungendo che «il cammino di Stellantis» guarda ora a un evento importante: «l’Electification Day, che si terrà nel mese di luglio, segnerà un momento fondamentale nella costruzione del suo futuro, con un ruolo da protagonista della mobilità sostenibile». Un tema, quest’ultimo, che è divenuto «centrale» anche per l’altra grande partecipata di Exor, Ferrari. Il gruppo di Maranello, ha chiarito il presidente di Exor, «ha appena intrapreso il suo percorso di elettrificazione, e si sta preparando a svelare il suo primo modello completamente elettrico nel 2025». Quanto alla ricerca del Ceo, Elkann si è limitato a sottolineare che il nuovo capo azienda «troverà a Maranello un’organizzazione che possiede talento, capacità e entusiasmo per costruire un grande futuro». Risultati «solidi» anche per Cnh, ha detto Elkann, con il nuovo ad Scott Wine al lavoro per realizzare il piano strategico: «la separazione delle attività, che porterà alla creazione di due player di rilievo mondiale nel mercati On e Off Highway, rafforzando al contempo il funzionamento della società», ha spiegato.

L’assemblea dei soci è stata anche l’occasione per fare il punto sui nuovi investimenti che portano a 40 il numero di Seeds (semi) scelti da Exor. Tra questi, le new entry portano il nome di «Casavo, che in appena 4 anni di attività e diventata il leader europeo dell’instant buying immobiliare e Alan, la App del settore salute». Sul fronte della governance, infine, ieri il board di Exor ha istituito un comitato Esg che sarà presieduto proprio dal nuovo consigliere non esecutivo Ajay Banga. Banga, che resterà in carica 2 anni nel board Exor, ha preso il posto di Antonio Horta-Osorio, che entrerà nel cda della controllata PartnerRe.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Tocca ad Alfredo Altavilla, manager di lungo corso ed ex braccio destro di Sergio Marchionne in Fca...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

I mercati incassano senza troppi scossoni la decisione della Fed di anticipare la stretta monetaria...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

È sempre più probabile che non ci sarà alcun nuovo blocco - anche parziale - dei licenziamenti n...

Oggi sulla stampa