Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

«Exit tax» con pagamento al realizzo

È pronto il decreto dell’Economia che disciplina la tassazione delle plusvalenze latenti in caso di trasferimento della residenza all’estero delle imprese commerciali (società, enti, imprenditori individuali), in attuazione dell’articolo 166, comma 2 quater del Testo unico delle imposte sui redditi.
In base al provvedimento in arrivo è possibile ottenere la sospensione della riscossione delle imposte sui redditi sulle plusvalenze latenti nelle aziende o rami d’azienda trasferiti e non confluiti in una stabile organizzazione in Italia. La sospensione opera anche in caso di trasferimento di una stabile organizzazione esistente in Italia.
La sospensione opera fino al momento in cui si considerano realizzati, secondo le regole italiane, gli elementi dell’azienda o del complesso aziendale trasferito.
Il riferimento alle regole italiane fa pensare che gli ammortamenti effettuati all’estero non costituiscano “realizzo” e quindi non comportino tassazione, fino a quando il bene sarà alienato o dismesso. Per le partecipazioni immobilizzate costituisce realizzo anche la distribuzione di utili (si ritiene solo quelli prodotti fino al trasferimento) o riserve di capitale. Le regole di tassazione dovrebbero essere quelle vigenti in Italia per le plusvalenze anche se l’evento che comporta la cessazione della sospensione è una distribuzione, ma non è chiaro, in questo caso, come si determini la quota di plusvalenza imponibile.
Campo di applicazione
Il provvedimento si applica nel caso di trasferimento in Stati appartenenti all’Unione europea, in Islanda e in Norvegia (in entrambi i Paesi è in vigore la convenzione sull’assistenza amministrativa in materia fiscale del 1988 e il relativo protocollo del 2010 che dovrebbe considerarsi equivalente alla direttiva 2010/24/UE).
Plusvalenze «sospese»
Le plusvalenze le cui imposte possono essere sospese sono quelle relative all’intera azienda o a specifici cespiti. Sono determinate in base al valore normale dell’azienda o ramo d’azienda o dei singoli beni, e sono determinate in via definitiva, senza tener conto delle plusvalenze o minusvalenze realizzate successivamente, che si deve presumere assumeranno rilievo nello Stato estero.
Nel valore dell’azienda è compreso l’avviamento, ma anche il valore delle funzioni e dei rischi propri dell’impresa determinati at arm’s lenght. Il riferimento deve essere alle indennità dovute in caso di ristrutturazione d’azienda che comportino trasferimenti di funzioni all’estero.
Senza sospensione
La sospensione non opera per i beni merce, compresi i titoli del circolante, i fondi in sospensione d’imposta i componenti che concorrono a formare il reddito dell’ultimo periodo d’imposta di residenza in Italia, anche se riferiti a proventi e oneri la cui rilevanza fiscale è stata differita in esercizi precedenti.
Nel caso in cui si opti per la sospensione limitata a singoli cespiti la plusvalenza sospesa è calcolata in proporzione al totale dei maggiori valori trasferiti, forse per evitare che si scelga di sospendere solo i componenti plusvalenti.
Garanzia
Le imposte sospese devono essere assistite da garanzia.
Tassazione rateizzata
In alternativa al meccanismo della sospensione delle imposte sui maggiori valori è concessa la possibilità di rateizzare la tassazione con gli interessi. In questo modo si evita di dover monitorare il futuro realizzo dei cespiti.
Decadenza dalla sospensione
Il successivo trasferimento della sede in uno Stato non collaborativo, o altre operazioni straordinarie come fusioni o scissioni comportano il venire meno della sospensione.
Ulteriori decreti attuativi
Sono previsti altri decreti attuativi per regolare la rateazione, le garanzie e le modalità di monitoraggio annuale delle plusvalenze in sospensione.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«È cruciale evitare di ritirare le politiche di sostegno prematuramente, sia sul fronte monetario ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Dopo aver fatto un po’ melina nella propria metà campo, il patron del gruppo Acs, nonché preside...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Una forte ripresa dell’economia tra giugno e luglio. È su questo che scommette il governo: uscire...

Oggi sulla stampa