Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Evasioni estere da 5 mld

Più di 5 miliardi di euro recuperati a tassazione da fattispecie di evasione fiscale internazionale nel 2012 nel Nord-ovest. Nel mirino esterovestizioni di società, stabili organizzazioni occulte e residenze fittizie in paesi stranieri. Ma accanto alle indagini più sofisticate anche 45 mila controlli su scontrini e ricevute, circa un terzo dei quali conclusi con la constatazione che l’esercente non emetteva il documento fiscale. È questo il bilancio della Guardia di finanza delle regioni nord-occidentali nei primi cinque mesi del 2012. In Lombardia, Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta gli uomini delle Fiamme gialle hanno attivato sequestri patrimoniali per reati fiscali per quasi 60 milioni di euro, a una media di circa 400 mila euro al giorno. Ai quali si devono aggiungere oltre 120 mln di euro sequestrati alla criminalità organizzata. I dati parziali relativi all’anno in corso sono stati diffusi ieri in occasione del 238° anniversario della fondazione del Corpo, che è stato celebrato al Teatro Dal Verme di Milano. Complessivamente, il consuntivo dell’attività svolta dai militari del Nord-ovest parla di oltre 56 mila controlli eseguiti, 571 evasori totali scovati, 13 miliardi di redditi non dichiarati ai fini delle imposte dirette e dell’Irap, 750 mln di Iva evasa e 75 mln totali di danni erariali accertati. Ma le azioni della Gdf non si limitano soltanto al comparto tributario, come dimostrano le 419 indagini di polizia giudiziaria condotte ai fini antiriciclaggio, innescate anche dall’approfondimento delle segnalazioni per operazioni sospette (Sos), che hanno portato all’individuazione di quasi 160 milioni di euro illegalmente trasferiti oltre confine. «Oggi possiamo contare su competenze e tecnologie che il Corpo non ha mai avuto in passato e accresce la responsabilità dei militari nei confronti dei contribuenti», spiega il generale Vincenzo Delle Femmine, comandante interregionale dell’Italia Nord-occidentale, «da tempo la Gdf affianca un impegno sempre più costante di vigilanza economico-finanziaria». Come dimostrano i 967 accessi per la lotta al carovita in Lombardia.

 

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Nonostante la pandemia tante aziende hanno deciso o subìto il lancio di un’Opa che le porterà a ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Peugeot-Citroën ha annunciato di aver parzialmente rimarginato le ferite della prima parte dell’a...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Meno macchine, meno motori termici, e un ritorno al futuro nei modelli. Ecco la ricetta del nuovo am...

Oggi sulla stampa