Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Evasione, è zizzania in famiglia

Scatta il sequestro anche sui gioielli e gli orologi preziosi della moglie del presunto evasore fiscale. È del tutto irrilevante che la coppia sia in regime di separazione: la misura c’è sempre sui cosiddetti «beni rifugio», quelli che testimoniano, cioè, la disponibilità economica sproporzionata ai redditi dichiarati. La Cassazione (sentenza 32878 del 6/9/2021) ha respinto il ricorso della moglie di un uomo finito nel mirino della procu ra per compensazione illegittima delle imposte. Gli Ermellini hanno chiarito che in tema di sequestro preventivo funzionale alla confisca per equivalente, in caso di acquisti in separazione dei beni, la misura ablatoria va esclusa quando sia accertato che il reddito del coniuge estraneo al reato, il quale rivendichi determinati beni, sia tale da giustificarne l’acquisto; in caso contrario, l’acquisto effettuato con provvista fornita dall’indagato legittima la presunzione iuris tantum della loro disponibilità anche da parte di quest’ultimo, fatti salvi i beni di natura strettamente personale, sicché resta a carico del coniuge rivendicare la prova della disponibilità esclusiva degli stessi. La III sez. penale ha precisato che, contrariamente alla tesi della difesa , non è configurabile né una violazione di legge, né un’apparenza di motivazione, avendo il tribunale del riesame illustrato adeguatamente le ragioni poste a fondamento della propria decisione, operando un’adeguata valutazione critica delle risultanze investigative. Infatti, al di là delle considerazioni generali circa la cointeressenza della donna nelle attività economiche del marito, in epoca precedente e successiva alla commissione dei reati per i quali è intervenuta la condanna, il tribunale ha compiutamente esposto, quanto al bene immobile, le ragioni per cui lo stesso è stato ritenuto nella disponibilità sostanziale del marito della signora, mentre, ecco il nocciolo della questione, quanto ai beni mobili non restituiti, cioè orologi e preziosi, devono essere sottoposti a misura perché sono forme di investimento in beni rifugio di significativo valore (come i Rolex), riconducibili alla redditizia attività criminosa posta in essere dall’imputato.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Meno vincoli della privacy per l’utilizzo delle nuove tecnologie in chiave antievasione. La deleg...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il green pass diventa obbligatorio per quasi 20 milioni di lavoratori. Da metà ottobre per acceder...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ha preso il via il digital tour di Imprese vincenti 2021, il programma di Intesa Sanpaolo per la va...

Oggi sulla stampa