Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Eurowings guarda all’integrazione con Alitalia

Eurowings è pronta ad integrare altre compagnie aeree nel suo network, come ad esempio Alitalia. La decisione ora è nelle mani del governi italiano e di Lufthansa. Secondo una fonte interpellata dal Sole 24 ore, la compagnia tedesca sarebbe pronta a fare la sua parte nel caso il progetto andasse in porto. Eurowing starebbe valutando anche l’apertura di nuovi hub in Europa: al momento l’unico esistente al di fuori dei paesi di lingua tedesca è Palma di Majorca. E tra i candidati ci sono vari paesi europei fra cui l’Italia. La compagnia low cost puntava anche a rilevare il vettore austriaco Niki che, come Air Berlin e Alitalia, faceva parte del network di Etihad prima del fallimento, ma poi rilevata dal suo fondatore, l’ex campione di Formula Uno Niki Lauda.
Una strategia, quella di Eurowings, che guarda allo sviluppo di destinazioni leisure a lungo raggio e a crescere per linee esterne dopo avere incorporato Germanwings, Brussel Airlines, parte di Air Berlin e con quote in Sun Express e Tui. Definita la compagnia low cost con i tassi di crescita più consistenti, il vettore tedesco prevede per l’anno in corso di trasportare 40 milioni di passeggeri dai 32 milioni del 2017, con 210 aerei (160 l’anno scorso), di aumentare i dipendenti di 3mila unità per portarli a 10mila quest’anno e un fatturato stimato di 5 miliardi di euro dai 4 miliardi del 2017. L’Italia sarà il paese dove Eurowings prevede di crescere più velocemente con un tasso di crescita del 23% dei passeggeri trasportati, 64 destinazioni di cui cinque saranno introdotte quest’anno.
Ma in serata dalla capogruppo è arrivata una secca frenata sul dossier: «La nostra posizione su Alitalia non è cambiata: siamo interessati, non così com’è, ma ristrutturata, e al momento non vediamo segnali in tal senso». Lo ha detto il ceo di Lufthansa, Carsten Spohr, durante una conferenza stampa all’aeroporto di Francoforte in occasione della presentazione della nuova livrea della compagnia tedesca. Spohr ha anche detto che Lufthansa ha avuto un buon inizio d’anno per la vendita dei biglietti, confermando che il 2017 è stato un anno record per la compagnia aerea in termini di profitto, battendo il record di 1,75 miliardi del 2016.

Mara Monti

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Maximo Ibarra ha rassegnato le sue dimissioni da Sky Italia per diventare amministratore delegato e ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Non cede all’ottimismo il ministro dell’Economia Daniele Franco che punta l’indice sui due pun...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

In punta di diritto: la contrarietà a un giudicato nazionale, nel contesto del giudizio di ottemper...

Oggi sulla stampa