Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Espropriabile il trust in danno ai creditori

Tra le principali «sorprese» del decreto legge n. 83 del 27 giugno 2015 va annoverato l’art. 12 che inserisce nel codice civile l’art. 2929-bis («Espropriazione di beni oggetto di vincoli di indisponibilità o di alienazioni a titolo gratuito»).

Tale norma disciplina quella che la relazione al disegno di legge di conversione definisce una «forma semplificata di azione esecutiva» a disposizione del creditore pregiudicato da un atto del debitore di costituzione di vincolo di indisponibilità o di alienazione avente a oggetto beni immobili o mobili iscritti in pubblici registri, compiuto a titolo gratuito successivamente al sorgere del credito, purché agisca entro un anno dalla trascrizione del relativo atto.

Il creditore potrà dunque immediatamente pignorare il bene di cui il debitore abbia disposto a tale titolo senza bisogno di previamente agire in via revocatoria ai sensi dell’art. 2901 c.c.

Sarà semmai il terzo proprietario del bene o lo stesso debitore, in caso di vincoli di indisponibilità auto-imposti, ad avere l’onere di contestare la sussistenza dei presupposti dell’azione revocatoria in sede di opposizione all’esecuzione, con un meccanismo che appare quello dell’inversione dell’impulso processuale ma cui nella relazione menzionata viene collegata una (invero problematica) inversione anche dell’onere della prova.

Con questa nuova azione semplificata si è voluto reagire al diffuso malcostume di quei debitori che, disponendo a titolo gratuito del proprio patrimonio, cercano di sottrarre in modo truffaldino i propri beni alle pretese esecutive dei propri creditori.

Il legislatore, nel menzionare i «vincoli di indisponibilità», come emerge dalla relazione di accompagnamento, aveva chiaramente in mente anche il trust. A mio avviso, però, il nuovo istituto non esprime un giudizio negativo nei confronti del trust in quanto tale, ma solo una (giusta) reazione contro l’utilizzo distorto dello stesso.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Intervista ad Alessandro Vandelli. L'uscita dopo 37 anni nel gruppo. I rapporti con gli azionisti Un...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

I gestori si stanno riorganizzando in funzione di una advisory evoluta che copra tutte le problemati...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Non far pagare alle aziende i contributi dei neo assunti per due anni. È la proposta di Alberto Bom...

Oggi sulla stampa