Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Erasmus per imprenditori

I giovani imprenditori o professionisti che hanno sede in uno dei 27 stati membri Ue possono richiedere di partecipare al programma «Erasmus for yong enterpreneurs». Il programma prevede di affiancare il giovane a un imprenditore esperto localizzato in un altro paese. Il «giovane imprenditore» dovrà dimostrare di avere competenze e conoscenze legate al percorso di studi, oltre che attitudine personale al mondo degli affari.

Avere un’idea imprenditoriale valida è un requisito indispensabile per poter partecipare. Per dimostrare la validità della propria proposta, avrà un ruolo cruciale la redazione del business plan che riassume gli obiettivi operativi e finanziari del business e contiene gli schemi e bilanci dettagliati, che mostrano come realizzare gli obiettivi. I giovani imprenditori e gli imprenditori ospitanti interessati inviano la propria candidatura compilando il modulo online disponibile sul sito www.erasmus-entrepreneurs.eu stabilendo un primo contatto con l’organizzazione intermedia selezionata. La scelta dell’organizzazione intermedia è legata a un discorso di natura territoriale, è dunque preferibile selezionare come organizzazione intermedia un soggetto del proprio territorio o della propria nazione. L’imprenditore ospitante deve essere un imprenditore con esperienza superiore ai tre anni, nella gestione di una micro, piccola o media impresa in uno dei 27 stati membri o deve essere una figura coinvolta, in qualità di manager, nella gestione di un’azienda. Il suo è un ruolo fondamentale nell’accompagnamento del giovane, deve quindi avere la volontà di condividere la sua esperienza e le sue competenze con il neoimprenditore, che potrà, così, beneficiare in termini di nuove competenze e nuovi spazi di business in un altro paese europeo. L’imprenditore senior deve impegnarsi nell’assicurare una crescita delle competenze del giovane imprenditore attraverso un processo di affiancamento e training on the job. Il programma Erasmus giovani imprenditori non ha alcun requisito minimo o massimo legato all’età dei partecipanti, siano essi giovani imprenditori o imprenditori ospitanti. Ammette a partecipare anche i liberi professionisti, ricomprendendoli nell’accezione di Pmi. Come regola generale un imprenditore ospitante non può accogliere due o più giovani imprenditori contemporaneamente. Un’eccezione può essere fatta se i due giovani imprenditori provengono da due paesi diversi e da diverse imprese e non hanno nessun rapporto l’uno con l’altro. Inoltre il periodo di permanenza deve essere differente l’uno dall’altro. Il sostegno finanziario dato ai giovani imprenditori consiste in spese di viaggio, che possono essere relative ai viaggi di andata e ritorno tra i due paesi interessati. Inoltre vengono finanziate le spese di soggiorno, in particolare i costi per l’alloggio. Il sostegno finanziario è a carico dell’organizzazione intermedia ai quali i nuovi imprenditori presentano la domanda iniziale. Il nuovo imprenditore deve fornire all’organismo intermedio le spese sostenute documentate da titoli di spesa idonei.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

L’esordio di Andrea Orcel come ad di Unicredit, uscita con un utile trimestrale doppio rispetto al...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Vittorio Colao, ministro per l’Innovazione tecnologica, non fa suo il progetto per una rete unica ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un blitz della Ragioneria generale dello Stato evita un "buco" di 24 miliardi nel decreto "Sostegni ...

Oggi sulla stampa