Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Entrate, nomina rinviata

Un’altra fumata nera sul successore dell’Agenzia delle entrate. E il fumo ora è talmente spesso da far pensare a un incendio. Il consiglio dei ministri (come anticipato da ItaliaOggi del 22/5/2014), ieri, non ha sciolto la riserva su chi guiderà l’Agenzia delle entrate da lunedì prossimo. L’esecutivo si è preso un supplemento di tempo per ragionare su quale indirizzo e su quale segnale dare per la guida dell’Agenzia fiscale per eccellenza, l’Agenzia delle entrate. La nomina era attesa, quasi data per scontata per ieri ma con ogni probabilità un consiglio dei ministri postelettorale, lunedì 26 maggio scioglierà il nodo.

La domanda sulla mancata nomina è stata posta in conferenza stampa a conclusione della riunione dell’esecutivo. E Graziano Delrio, sottosegretario alla presidenza del consiglio, si è limitato a confermare: «Il Cdm di oggi non ha nominato il successore di Attilio Befera alla guida dell’Agenzia delle entrate».

Calendario alla mano, infatti, per i 90 giorni dello spoil system il direttore in carica Attilio Befera è in scadenza, il 24 maggio, se si calcola dalla nomina del governo Renzi, il 26 maggio se si calcola dal giuramento dell’esecutivo e quindi in scadenza lunedì. Tre giorni però che possono essere un secolo e fare la differenza considerando che il 25/5 ci sono le elezioni, importantissimo test per le forze politiche. E quindi la scelta su chi guiderà la più politica delle strutture amministrative si saprà a urne chiuse. Con un testa a testa fino all’ultimo voto tra Marco Di Capua, vice dell’uscente Attilio Befera, uomo della continuità e un outsider ma conoscitore dei reati finanziari e della fiscalità internazionale, Francesco Greco, procuratore della repubblica a Milano. Greco è stato titolare delle inchieste sul crac Parmalat e sulle scalate bancarie, e negli anni 90 ha fatto parte del pool di Mani pulite. Attualmente è procuratore aggiunto a Milano e coordina il pool sui reati finanziari. Mentre Di Capua, il numero due delle Entrate è a via Cristoforo Colombo dal 2002. Arriva dalla Guardia di finanza, dove ha ricoperto incarichi di comando dal 1982 al 1995, per poi approdare nel gruppo Ferrovie dello stato.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Un voluminoso dossier, quasi 100 pagine, per l’offerta sull’88% di Aspi. Il documento verrà ana...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La ripresa dell’economia americana è così vigorosa che resuscita una paura quasi dimenticata: l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ancora prima che l’offerta di Cdp e dei fondi per l’88% di Autostrade per l’Italia arrivi sul ...

Oggi sulla stampa