Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Enel più forte in Sud America e pronta alla campagna iberica Nuovo assetto con Endesa

Enel si rafforza in Sud America. E a breve lancerà un’operazione straordinaria in Spagna. E’ questo il senso del riassetto delle controllate iberiche, avviato nel marzo del 2013 e che si concluderà il 21 settembre; ma che ha avuto un passaggio fondamentale nel consiglio di amministrazione di Endesa dell’altra giorno. In sostanza, settimana prossima la controllata spagnola di Enel ha convocato l’assemblea dei soci, i quali sono chiamati a dare il via libera al passaggio di tutte le società sudamericane di Endesa alla capogruppo italiana, per un prezzo fissato a 8,25 miliardi e la contemporanea distribuzione di un dividendo straordinario di pari valore.

In questo modo l’ex monopolista italiano ottiene due risultati, uno finanziario e l’altro industriale. Le attività in Sud America sono raggruppate nella società Enersis Chile, quotata alla borsa di Santiago, di cui il 60 per cento è in mano a Endesa. Fra pochi giorni, quella quota andrà direttamente a Enel Energy Europe (società al 100% di Enel), così come andranno tutti i dividendi che vengono staccati ogni anno. In questo modo, Enel incasserà circa il 5 per cento in più ogni anno, visto che grazie all’accorciamento della catena di controllo non ci sarà più il passaggio degli utili attraverso Endesa, di cui Enel possiede il “solo” il 92 per cento. Ma non solo: ogni decisione di sviluppo oltre Atlantico verrà presa direttamente a Roma, senza più passare da Madrid. Un passaggio tecnico in meno che fa guadagnare tempo e che permette maggiori sinergie operative anche con Enel Green Power. Poi, entro ottobre, verrà presa una decisione per un’altra operazione straordinaria che riguarda direttamente il flottante di Endesa alla Borsa di Madrid. Enel potrebbe decidere la vendita di azioni tra il 17 e il 22 per cento (ancora da decidere se con un offerta al pubblico o un private placement). Il momento è favorevole, visto che il titolo è ai massimi. Molto dipenderà dalla valutazione sulla situazione economica spagnola dei prossimi mesi.
Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Come prevedevano alcuni un mese fa, allo spuntare della lista di Bluebell per il cda di Mediobanca, ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Google entra nel mirino dell’Autorità antitrust italiana che, prima in Europa, ieri ha aperto un ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Le imprese e i committenti non saranno lasciati soli. Anche a chiarire la posizione di alcuni player...

Oggi sulla stampa