Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Emendamento per 200 mila cassintegrati

Una luce nelle tenebre dell’occupazione italiana al tempo del Covid. È quella accesa dal decreto Milleproroghe con cui il Parlamento prova a mettere ordine nell’intricata vicenda degli ammortizzatori sociali emergenziali. Con gli emendamenti presentati da tutti i partiti viene infatti unificato al 31 marzo il termine di presentazione di richiesta cig, mettendo un punto fermo alla confusione creata dal legislatore. Una notizia che sbloccherà la cassa integrazione per circa 200 mila lavoratori che finora sono stati stoppati dal sovrapporsi di decreti e scadenze. «Non c’è dubbio che il concatenarsi della normativa per il Covid abbia creato grandi incertezze — afferma Marina Calderone, presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei consulenti del lavoro — Basti pensare che in autunno i primi 4 decreti Ristori si sono accavallati e sono stati convertiti in un’unica legge». In effetti, è difficile dire con esattezza quanti lavoratori non abbiano ancora ricevuto le integrazioni salariali e il balletto di numeri non aiuta a capire. Ad esempio, i lavoratori in cig a dicembre vanno segnalati all’Inps entro fine gennaio e sono centinaia di migliaia. Come vengono considerati questi lavoratori nei conteggi che circolano: cig inevasa o nuovi cassintegrati? Ma al di là di questo vi sono poi i problemi creati dalla confusione con cui sono stati scritti e pubblicati i decreti. «Come consulenti del lavoro abbiamo mostrato grande sensibilità sociale rispetto alle necessità di imprenditori e dipendenti — continua Calderone — Abbiamo gestito circa il 90% delle istanze con circa 6 milioni di lavoratori con turni serrati di lavorazione negli studi, compresi notte e weekend. Ecco perché abbiamo sollecitato il Parlamento ad intervenire nel Milleproroghe». Ora bisognerà attendere la conversione in legge entro il 28 febbraio del decreto e poi saranno liquidate tutte le pratiche bloccate. Realisticamente il mese di marzo sarà quello in cui arriveranno i soldi ai cassaintegrati.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Le previsioni della Commissione europea sull’economia dell’Unione e dell’Italia rappresentano ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Con un coordinamento esemplare, le due maggiori economie mondiali hanno rilasciato una "doppietta" d...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il 2021 offre un parziale esonero contributivo, pari a un massimo 3mila euro, a lavoratori autonomi ...

Oggi sulla stampa