Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

EasyJet, ora Linate-Fiumicino è low cost

Volare sulla Fiumicino-Linate a 30 euro per tratta, fino a ieri sembrava impossibile. EasyJet, a partire dal primo lunedì della prossima primavera, proverà a staccare la concorrenza di Alitalia diventando il quarto incomodo, tra ferrovia e nuvole, su uno dei collegamenti più gettonati d’Europa.
L’annuncio del gruppo inglese arriva dopo una lunga ed estenuante guerra combattuta a colpi di carta bollata davanti ad Antitrust, Tar e Consiglio di Stato. Alla fine, easyJet è riuscita a scardinare il monopolio della ex compagnia di bandiera e ad ottenere un pugno di slot da Roma e da Milano, ceduti malvolentieri dal concorrente tricolore.
Dopo tanto sudore, dal 25 marzo questo nuovo intruso dalla livrea bianca e arancione promette vendetta mettendo ancor più sotto pressione i tre marchi italiani (Alitalia, Trenitalia ed Ntv) che si spartiscono una fetta di passeggeri in crescita, ma pronta a scegliere la poltrona in base al prezzo giusto. EasyJet, oggi il terzo vettore italiano per viaggiatori trasportati dopo Alitalia e Ryanair, si butta nella mischia offrendo biglietti low cost per un numero limitato di posti (da un minimo di quattro per volo). I prezzi stracciati, in realtà, vanno presi un po’ con le molle e i biglietti, per evitare sorprese, è meglio prenotarli con anticipo. Perché quelli più a
buon mercato si esauriscono velocemente e i prezzi aumentano in modo automatico, dettati come sono da software che tengono conto della richiesta.
I risultati di questo scontro sui prezzi sono però sotto gli occhi dei consumatori: una simulazione effettuata da Repubblica ieri, alle ore 17, ha messo a confronto il costo di un biglietto di sola andata Alitalia, easyJet, Italo e Fs per l’8 aprile, data a partire dalla quale la compagnia inglese effettuerà il servizio con tutte e cinque le coppie di voli giornalieri previsti.
Il “passaggio” più economico (per un soffio) è quello di Fs: 29 euro con punte di 49 da Roma nel viaggio da Milano Centrale a Termini. EasyJet, invece, oscilla tra 29,71 e 35,86 euro da Roma, (con una forbice 20,71-40,99 euro da Milano Linate); biglietti tra 35 e 45 euro per Italo mentre Alitalia offre voli da un minimo di 49,20 a punte di 99,20 euro. La compagnia presieduta da Roberto Colaninno starebbe già pensando a delle contromisure, ad un contrattacco che nelle prossime settimane abbasserà ulteriormente l’asticella dei prezzi. Sullo sfondo, però, già si staglia l’ombra minacciosa del nuovo Frecciarossa progettato per Trenitalia dal consorzio Ansaldo Breda-Bombardier. Un treno dei record per l’Europa, che potrebbe mettere in crisi tutti i voli effettuati tra la Madonnina e il Colosseo: l’Etr 1000 sarà infatti capace di coprire la distanza tra Roma e Milano a ritmi di 360 chilometri l’ora (con punte di 400 quando lo permetterà la normativa), pari a poco più di due ore e venti minuti di viaggio.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Un passetto alla volta. Niente di clamoroso, ma abbastanza per arrivare all’11% tondo, dopo una se...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Non sempre il vino corrisponde al giudizio del venditore. Ma le cifre che giovedì Mediobanca — co...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Rush finale e già scontro sui nomi dei manager che dovranno guidare il Recovery plan e sui progetti...

Oggi sulla stampa