Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Due soci per la holding di Tronchetti

Colpo di scena ai piani alti della catena di controllo della Pirelli. A sorpresa Marco Tronchetti Provera ha annunciato ieri l’arrivo di due nuovi soci nell’accomandita di famiglia, la Mtp Sapa. Non sono né Investindustrial né Clessidra, con cui il presidente della Pirelli sta dialogando da oltre un mese del riassetto del gruppo. I nuovi azionisti sono la Rottapharm, di Lucio e Luca Rovati, e Sigieri Diaz della Vittoria Pallavicini, che entreranno nella Sapa con il 28% sottoscrivendo un aumento di capitale di 40 milioni di euro. La quota farà capo per il 25% a Rottapharm e il resto a Diaz della Vittoria Pallavicini.
L’operazione, ha spiegato in una nota la Mtp Sapa, «stabilisce le basi per una partnership strategica finalizzata al sostegno e allo sviluppo di iniziative già in essere e future nel settore del trading di commodities e di materie prime nonché nel settore immobiliare». La prima iniziativa sarà operativa a gennaio in Cina. Donizetti Trading, controllata da Mtp Sapa, avvierà una joint venture nel settore della gomma naturale con Jihua Group, leader nelle materie prime, con cui Tronchetti aveva avviato colloqui da tempo per sviluppare iniziative congiunte e dare un profilo più industriale all’accomandita.
Profilo a cui ora contribuiranno anche i nuovi soci. L’obiettivo dell’alleanza è infatti quello di sviluppare con Mtp Sapa, che sarà trasformata in società per azioni, una serie di iniziative industriali. «Questo accordo — ha commentato Luca Rovati, vicepresidente di Rottapharm — ci permetterà di non discostarci dal nostro core business, il farmaceutico. L’intesa, infatti, offrirà forti possibilità d’accesso al mercato delle materie prime di fonte naturale». «E’ una partnership strategica con una forte valenza industriale» ha aggiunto Diaz della Vittoria Pallavicini, che con Tronchetti ha già stretto un’alleanza nelle energie rinnovabili. L’imprenditore romano, fondatore del gruppo Gwm, condivide infatti con Camfin e Intesa Sanpaolo il controllo di Gwm Renewable Energy, a cui fa capo Greentech, società danese quotata al Nasdaq attiva nelle energie rinnovabili. A breve, inoltre, Gwm dovrebbe entrare a fianco di Massimo Caputi nel riassetto di Prelios.
L’operazione annunciata ieri non è direttamente legata al piano di riassetto della Pirelli di cui Tronchetti sta discutendo con Investindustrial e Clessidra e quindi non preclude l’ingresso dei due fondi a valle della catena di controllo della Bicocca. Non sfugge, tuttavia, che l’alleanza con Rottapharm, un colosso della farmaceutica, e Gwm che ha in gestione un patrimonio di oltre 2 miliardi di euro, potrebbe anche rivelarsi utile qualora le scenario dovesse cambiare. Non va dimenticato che la Mtp Sapa controlla il 100% di Mt Partecipazioni, dove è custodita la quota di Gpi che assicura a Tronchetti la presa a cascata sulla Pirelli. Di cui ora, quindi, sono soci indiretti anche Rovati e Diaz della Vittoria.
Al momento, tuttavia, il tema del riassetto non sarebbe stato toccato. Sabato è scaduta l’esclusiva con Andrea Bonomi e Claudio Sposito, interessati a individuare insieme a Tronchetti una soluzione industriale «di sistema» per riportare stabilità nella Pirelli, dopo la rottura con la famiglia Malacalza. Ieri i vertici di Investindustrial e Clessidra si sono visti per fare il punto dopo aver appreso della novità, che di fatto non pregiudica l’operazione di riassetto in cui l’incognita principale resta sempre l’atteggiamento di Malacalza, rimasto sostanzialmente invariato nonostante il chiarimento di dieci giorni fa con Tronchetti e i buoni uffici di Unicredit.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Alla fine, dopo un consiglio sospeso e riaggiornato a ieri pomeriggio, l’offerta vincolante per l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Scatta l’operazione-pulizia del Recovery Plan. Dal primo giro di orizzonte del gruppo di lavoro di...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Negli ultimi giorni, la stampa è entrata improvvisamente nel mirino di alcuni governi in Europa del...

Oggi sulla stampa