Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Draghi forse ridurrà il Qe già da giovedì

Giovedì prossimo, fra pochi giorni, quindi, Draghi riunirà il direttivo della Bce. Sarà la penultima volta per questo 2017. La successiva riunione è infatti in programma per dicembre. Fra gli operatori c’è grande attesa: Draghi annuncerà già giovedì il taglio del Qe o aspetterà dicembre? Quelli favorevoli a un rinvio all’ultimo mese dell’anno si appoggiano alla crisi catalana, che ha un po’ scombinato i mercati. In una situazione così fluida, dicono, Draghi non ha alcun interesse a tagliare il Qe, a passare cioè a una politica meno espansiva.

Quelli che invece pensano che il taglio ci sarà comunque già giovedì prossimo fanno un ragionamento diverso. Rinviare ancora, sostengono, potrebbe dare l’impressione che Draghi non si fidi della ripresa europea e che conservi dei timori. Meglio procedere subito al taglio del Qe e non aspettare l’ultimo mese dell’anno. La maggioranza sembra ritenere che giovedì ci sarà il primo taglio al Qe (cosa fastidiosa soprattutto per noi), ma la preoccupazione del presidente della Bce è quella di non allarmare troppo i mercati. Vuole evitare contraccolpi sull’euro e anche sulle borse.

Quindi sarà molto cauto nella comunicazione. In pratica dirà: queste sono le nostre decisioni, ma siamo pronti a ritornare sui nostri passi in ogni istante, se la situazione dovesse richiederlo. Di solito la Bce non fornisce indicazioni a lunga scadenza della propria politica economica. L’impressione che molti operatori hanno è che il programma Qe potrebbe arrivare (con tagli successivi) fino all’estate del 2018 o, al massimo, fino a settembre. Poi, ognuno corra con le proprie gambe.

Già dal gennaio 2018 il Qe potrebbe essere dimezzato: 30 miliardi di acquisti invece di 60.

Giuseppe Turani

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«Non sapevo che Caltagirone stesse comprando azioni Mediobanca. Ci conosciamo e stimiamo da tanto t...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Primo scatto in avanti del Recovery Plan italiano da 209 miliardi. Il gruppo di lavoro "incardinato"...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La Cina ha superato per la prima volta gli investimenti in ricerca degli Stati Uniti. Pechino è vic...

Oggi sulla stampa