Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Dividendi fondi Ue/See: niente ritenute

Sui dividendi distribuiti da società residenti dal 1° gennaio 2021 a fondi d’investimento istituiti in un paese dell’Unione Europea la cui società di gestione, fiscalmente residente nei Paesi bassi, è soggetta a forme di vigilanza ai sensi della direttiva Aifm non deve essere applicata la ritenuta alla fonte. Lo ha precisato l’Agenzia delle entrate nella risposta a interpello n. 327 dell’11 maggio 2021. Nella fattispecie in esame l’istante è una società di gestione del risparmio, fiscalmente residente nei Paesi Bassi, soggetta a forme di vigilanza nei Paesi Bassi, ai sensi della direttiva Ue sui fondi di investimento alternativi (direttiva Aifm). Tra gli investimenti detenuti dai fondi d’investimento gestiti dall’Istante ricorrono anche azioni emesse da società fiscalmente residenti in Italia. L’istante chiede all’Agenzia se, per effetto della modifica introdotta dalla legge di bilancio 2021 all’articolo 27, comma 3 del dPR 29 settembre 1973, n. 600, i dividendi erogati dalle società italiane dal 1° gennaio 2021 ai Fondi esteri in esame non siano assoggettati a ritenuta e a tassazione in Italia. L’Agenzia ricorda che la modifica introdotta dalla legge di bilancio 2021 ha previsto che non sono imponibili in Italia i dividendi corrisposti agli organismi di investimento collettivo del risparmio di diritto estero conformi alla direttiva 2009/65/Ce del Parlamento europeo e del Consiglio, del 13 luglio 2009, ossia alla c.d. direttiva Ucits IV o non conformi alla direttiva Ucits, ma il cui gestore sia soggetto a forme di vigilanza nel Paese estero nel quale e istituito ai sensi della direttiva Aifm. Gli Oicr devono essere istituiti in stati appartenenti all’Unione Europea o allo Spazio economico europeo che consentono un adeguato scambio di informazioni. Pertanto, l’Agenzia afferma che, considerando che i fondi esaminati sono istituiti in uno stato Ue e la società di gestione è soggetta a forme di vigilanza ai sensi della direttiva Aifm, sui dividendi distribuiti da società residenti dal 1° gennaio 2021 ai fondi in esami non si applica la ritenuta alla fonte prevista dal primo periodo del comma 3 dell’articolo 27 del dPR 29 settembre 1973/600.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Un report pubblicato sul sito della banca centrale avverte che "è vicino il livello critico oltre ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il Tesoro e Unicredit ufficializzano la rottura del negoziato su Mps, avviato in esclusiva il 29 lu...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Precari da ventenni. Sottopagati da trentenni e quarantenni. Esodati da sessantenni. E poverissimi ...

Oggi sulla stampa