Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Diritto annuale, si paga la metà

Dal 1° gennaio 2017 verranno ridotti del 50% gli importi del diritto annuale 2017 per le imprese iscritte al registro delle imprese e annotate al Rea. Il diritto si applicherà in misura fissa, per le imprese iscritte o annotate nella sezione speciale (impresa individuale 44,00), per le imprese individuali iscritte nella sezione ordinaria (100,00 euro) e per i soggetti Rea (15,00 euro). In misura correlata alla base imponibile individuata dal fatturato (che per la prima fascia è pari a 100,00 euro) per tutte le altre imprese (società di capitali, società di persone e società cooperative). È con la nota del 11 novembre 2016 prot. n. 359584 che il ministero dello sviluppo economico ha definito gli importi del diritto camerale per l’anno 2017.

Termine versamento diritto camerale. Il termine per il versamento del diritto annuale coincide con quello previsto per il pagamento del primo acconto delle imposte sui redditi e, quindi, le imprese individuali, le società di persone e tutti gli altri soggetti giuridici che approvano il bilancio entro 120 giorni dalla chiusura dell’esercizio sociale, versano il diritto annuale entro la metà di giugno do ogni anno. Ma per le imprese di nuova iscrizione il diritto annuale va versato al momento dell’iscrizione o con modello F24 entro 30 giorni dalla stessa. Il diritto annuale si paga con il modello F24 telematico. La nuova denominazione della sezione da compilare per il versamento del diritto annuale, è la seguente: SEZIONE IMU E ALTRI TRIBUTI LOCALI. L’importo del diritto non è frazionabile in rapporto alla durata di iscrizione nell’anno.

Conteggio e pagamento con «pagoPA». A partire dal 2016 è disponibile il sito http://dirittoannuale.camcom.it per il calcolo del diritto dovuto per tutte le camere di commercio. Per i soggetti che pagano in misura fissa, l’unico dato necessario è quello del codice fiscale. Sarà possibile effettuare il solo conteggio, ottenendo i codici e gli importi da indicare sul modello F24, oppure procedere anche al pagamento online tramite i servizi di «pagoPA» (per esempio, con carta di credito). In base alla normativa citata in precedenza, gli importi del diritto annuale per l’anno 2017 sono determinati in base alle tabelle che seguono, già ridotte del 50%.

Nuove imprese iscritte in corso d’anno. Le nuove imprese individuali, iscritte o annotate nella sezione speciale o nella sezione ordinaria del registro delle imprese, e i nuovi soggetti iscritti al Rea nel corso del 2017 sono tenuti al versamento dei diritti fissi tramite Modello F24 o direttamente allo sportello camerale, entro 30 giorni dalla presentazione della domanda dell’iscrizione o dell’annotazione. Le altre nuove imprese iscritte nel registro delle imprese nel corso del 2017 sono tenute a versare l’importo relativo alla prima fascia di fatturato, pari a 100 euro, entro 30 giorni dalla presentazione della domanda di iscrizione, tramite modello F24 o direttamente allo sportello camerale, fatto salvo il minor importo indicato per le società semplici agricole.

Marco Ottaviano

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Vietato giocarsi il futuro del Paese, usando la giustizia come pericoloso terreno di conflitto. O pr...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

C’è una gag, in vita Arenula. La riforma del processo civile, la più importante di tutte perché...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Da quando ha messo piede in via Arenula il 13 febbraio la giurista Marta Cartabia ha perseguito un o...

Oggi sulla stampa